Politica

Bersani denuncia Renzi: ha violato le regole delle primarie

Pier Luigi Bersani

Guerra aperta a pochi giorni dal secondo turno delle primarie del centrosinistra. E’ polemica con strascico di denunce a partire dalle pagine dei giornali acquistate da Renzi e dal ”mail bombing” organizzato per sostenere i messaggi apparsi sulle pagine.

Bersani, con Tabacci, Puppato e Vendola, i candidati sconfitti al primo turno, presentano un esposto ai Garanti contro Renzi per “palese violazione del codice di comportamento dei candidati e dei principi regolamentari” per le pubblicità a pagamento. I quattro chiedono che sia presa “ogni necessaria misura”.

Tutto parte dalla pubblicazione oggi su alcuni quotidiani (Corriere della Sera, La Stampa e Quotidiano nazionale) di pubblicità a pagamento per invitare alla registrazione all’albo degli elettori per il turno di ballottaggio del 2 dicembre 2012. Secondo i quattro che hanno firmato l’esposto, si tratta di una mossa “riconducibile al candidato Matteo Renzi”. Non solo: sarebbe una pubblicità “ingannevole, in quanto suscita la convinzione che chi non si è iscritto all’Albo degli elettori entro la data del 25 novembre e, di conseguenza non ha votato al primo turno, può farlo semplicemente richiedendo la registrazione tout court, senza specificare che, in realtà, la tipologia dei casi ammissibili è rigorosamente disciplinata”.

Nell’esposto si legge che il sito al quale è possibile inviare la richiesta (www.domenicavoto.it) “è creato e gestito dalla Fondazione Big Bang fondata dallo stesso Matteo Renzi e diretta dal Comitato di Matteo Renzi. È pertanto evidente che il candidato Matteo Renzi sta tentando artatamente di modificare in maniera consistente la base elettorale dei votanti per il turno di ballottaggio”.

29 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Bersani denuncia Renzi: ha violato le regole delle primarie

  1. giuseppe il 29 novembre 2012, ore 19:20

    bersani e compagni vecchi politici non ammettono che hanno perso contro
    un giovane con idee nuove come matteo renzi.
    i vecchi politici hanno portato l’italia allo sfracello e vogliono continuare.
    Abbiamo un governo tecnico pagato e non vedo perche dobbiamo pagare
    ancora quei politici che sono tutti da rottamare.
    I cittadini sono stanchi e non vogliono pagare i debiti che hanno fatto i politici.
    politici andate a casa e godetevi quella pensione che avete rubato ai poveri.
    i

  2. sandro sardella il 30 novembre 2012, ore 14:47

    Renzi vien da Firenze .. ma non è la primavera del Botticelli .. il profumo che vende
    è ben confezionato .. obamizzato .. ma .. ma .. sotto c’è una puzzetta infida insaporita di marchionnismo abiurato .. di spavalderia giovanilistica che con una certa banalità viene spacciata come “senso del nuovo” .. e poi quella presunzione da ganzo coi trampoli che lo fa sgomitare in maniera incontinente .. non mi fido ..
    modestamente ..

Rispondi