Varese

Il Coordinamento scuole al Manzoni, nuove iniziative di protesta

Un momento dell’assemblea del Coordinamento al Manzoni di Varese

Assemblea del Coordinamento scuole di Varese e provincia nell’aula magna del Manzoni a Varese. Un centinaio di insegnanti si è confrontata sui temi di stringente attualità: tagli nella scuola pubblica, protesta nelle scuole, preoccupazioni nelle famiglie. Tra le ipotesi uscite in assemblea una serata aperta a tutti, famiglie e studenti, per fare il punto della situazione.

Molti gli interventi sulla difficoltà di comunicare problemi ed emergenze, sia nella scuola, tra colleghi, che al di fuori della scuola. Come sottolinea l’insegnante Stefano Alterini, “nelle scuole spesso c’è l’anarchia più assoluta, ci sono anche quelli che dicono che ognuno fa quello che vuole. Il nostro coordinamento è nato per avere un fine in comune”. Non sono gradite le affermazioni del provveditore Merletti che queste proteste siano un frutto di stagione. ”Non è chiaro – continua Alterini – perchè abbia elogiato e fatto i complimenti ai ragazzi, mentre abbia bacchettato noi insegnanti”.

Tra le iniziative di cui si parla in assemblea anche la presentazione di un libro “La scuola che resiste” di Alex Carlazzoli, precario che lavora nella scuola primaria. Dovrebbe essere presentato, presso l’Insubria, e organizzato dall’Anpi provinciale, il 18 dicembre alle 18. Un momento di dibattito a cui gli insegnanti intendono essere presenti in massa, invitando tutti. Occasione di una mobilitazione in pieno clima natalizio per continuare e andare avanti. Verso dove?

Ancora Alterini risponde: “Il coordinamento vuole mantenere alta l’attività fino alle elezioni, chiedendo ai politici di considerare la scuola un punto fondamentale nel loro programma. Verificando poi nei fatti se i politici manterranno le promesse fatte”.

28 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi