Varese

150° Soms, in un convegno dalle radici al futuro delle mutue

 

Un momento del convegno in Sala Montanari

Un’importante pagina di storia locale, quella evocata, domenica mattina, al convegno in occasione del 150° di fondazione della Soms (Società operaia di mutuo soccorso) di Varese, dal titolo “Una solidarietà lunga centocinquanta anni a Varese e per Varese”. Una storia che affonda le sue radici in anni lontani, anni di lotte operaie per la giustizia e l’uguaglianza. Il convegno, presieduto dal dottor Pier Maria Morresi, si è interrogato sul presente e sul futuro della mutualità volontaria, indagandone le radici storiche. Si tratta della prima delle iniziative che verranno promosse per celebrare il significativo traguardo.

Tra le figure che nel convegno hanno ottenuto più attenzione, l’agitatore sociale Luigi Alesini, di cui ha tratteggiato un vivace ritratto Piero Piano, direttore dell’Archivio di Stato di Varese. Uomo di grande coraggio, organizzò i lavoratori a prendere coscienza dei loro diritti. Lotte dure, quelle citate, che rigaurdavano le operaie di Masnago e le tessitrici di Varese, che si impegnarono in difficili scioperi per ottenere migliori condizioni di lavoro. Un mondo legato a filo doppio con le Società di mutuo soccorso, alle quali, come ha anticipato nel corso del convegno il presidente Morresi, sarà dedicata una mostra nella prossima primavera, presso l’Archivio di Stato, con esposizione di documenti, materiale, oggetti.

Per lo storico Robertino Ghiringhelli, “le Società di Mutuo soccorso si sono presentate come Arlecchino, nel senso che hanno presentato tutti i problemi e ad ognuno hanno dato una risposta”. Secondo lo storico Giuseppe Armocida, che ha guardato agli sviluppi delle Soms nel ’900, “le Soms sono sfumate perchè è cambiata la società: nei primi del ’900, infatti, sono arivvati regimi pensionistici e assistenza sanitaria legati allo Stato”. Una storia che si chiude nel ’78 quando lo Stato si riorganizza, rendendo sempre meno necessaria la mutua volontaria. Anche se oggi, ha concluso Armocida, con la crisi e i tagli sembra tornare d’attualità l’assistenza volontaria.

 

26 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi