Varese

Primarie, anche i lavoratori Livingston sostengono Bersani

Al banchetto di Bersani anche i lavoratori Livingston

Scelta azzeccata, quella dei sostenitori del segretario Pd, Pier Luigi Bersani, di chiudere a Varese la campagna per le primarie del centrosinstra rivolgendo i riflettori sul tema dell’emergenza-occupazione. In piazza San Giuseppe il gazebo del Comitato Bersani vede la presenza del segretario cittadino del Pd, Roberto Molinari, ma anche il deputato del Pd, Daniele Marantelli.

Attenzione al lavoro motivata dalla fotografia del Varesotto. “Dati drammatici quelli della nostra provincia – riassume l’onorevole Pd Marantelli -: 7,7% di disoccupati, la percentuale più alta in Lombardia. Quest’anno sono stati siglati ottocento accordi di cassa integrazione straordinaria, dato peggiore del già peggiore 2011″. Forte la disoccupazione soprattutto di giovani e donne. Tanti accordi per la cassa in deroga, quella riservata ai lavoratori delle imprese artigiane, che stanno per scadere. “Parlare in questa situazione di flexicurity – attacca Marantelli – significa non avere il polso della situazione”.

Si chiude sul fronte del lavoro che manca, che non c’è, che è finito, la campagna dei sostenitori di Bersani alle primarie, che si svolgono domani domenica 25 novembre, dalle 8 alle 20. E in particolare su due tra situazioni esemplari che riguardano la nostra provincia: la Induplas e la Livingston, due casi dei quali si è occupato, nella sua attivutà parlamentare, Daniele Marantelli. Due situazioni diverse. “Per quanto riguarda la Induplast, si trattava di una realtà che andava bene, ma poi è stata rilevata dalla multinazionale greca Petzetakis – racconta Marantelli -. Entrata in crisi, con il sindacato mi sono impegnato perchè si arrivasse al fallimento e alla mobilità per i lavoratori. Ci siamo riusciti in questi ultimi giorni, e i lavoratori ora possono tirare il fiato”.

Per quanto riguarda la Livingston, la compagnia aerea della nostra provincia entrò in crisi. Dichiara Marantelli: “Fu rilevata da Toto junior, figlio di Riccardo Toto, che io sono andato a trovare. Ora, dopo dolorosi tagli, l’azienda sta ripartendo”. A tale proposito interveng0no due lavoratori Livingston, giunti al banchetto dei sostenitori di Bersani. Paolo Montonati, tecnico in cassa integrazione, e Marzia Gilardi, assistente di volo, che dopo la cassa ora sta rientrando, spiegano il perchè del loro sostegno a Bersani: “Abbiamo conosciuto Marantelli quando è partita la crisi. E lui ci ha aiutati, ci ha sostenuti”. Dunque, “dato che Bersani si fida di Marantelli, e Marantelli sostiene Bersani, anche noi lo sosteniamo”.

25 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi