Busto Arsizio

L’Arma stronca a Borsano traffico di stupefacenti. Due arresti

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Busto Arsizio, dopo un’accurata attività di indagine, hanno arrestato due stranieri di origine marocchina, in possesso di circa 6 chilogrammi di hashih e 20 grammi di cocaina, oltre a materiale vario per il taglio e il confezionamento (bilancini di precisione, strumenti da taglio ecc.) e circa 6.500 euro in contanti, sicuro provenienti dall’attività delittuosa.

L’operazione si è svolta nella zona di Borsano, dove a seguito di una segnalazione in merito ad una sospetta attività di spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del quartiere, veniva immediatamente messo in atto un servizio di osservazione e controllo, articolato su diverse pattuglie, a cura dei militari del Nor della Compagnia Carabinieri di Busto Arsizio.

Subito insospettiti da un’autovettura con targa spagnola, i militari procedevano al controllo della stessa e dei due occupanti, visibilmente intimoriti al sopraggiungere dei Carabinieri. In quel momento uno dei due soggetti, con l’intento di darsi alla fuga, aggrediva due militari procurando loro lievi ferite, prima di venire immobilizzato, mentre veniva preclusa ogni possibile via di fuga ai malviventi. A seguito di perquisizione personale e veicolare, i Carabinieri rivenivano circa 200 gr. di hashish e 15 gr. di cocaina.

A quel punto veniva subito effettuata anche una perquisizione presso il domicilio di uno dei due soggetti (l’altro è infatti risultato irregolare), durante la quale veniva rinvenuto un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti e di denaro contante. Dopo ulteriori indagini svolte, emergeva il ruolo di spicco ricoperto all’interno del locale mercato della droga dai due stranieri, nel frattempo tratti in arresto. Veniva alla luce, infatti, un traffico di droga che, partendo dal Marocco, passava dalla Spagna per poi arrivare nelle piazze cittadine. Una volta giunta in Italia, infatti, la droga veniva custodita dai due che poi provvedevano a distribuirla ai pusher locali. Questo fino all’arrivo dei Carabinieri, che con la loro operazione stroncavano questo sodalizio criminale.

 

 

 

 

24 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi