Varese

A Varese il Coordinamento degli insegnanti ancora in piazza

 

Gli insegnanti del coordinamento

Anche a Varese si moltiplicano le iniziative di mobilitazione in difesa della scuola pubblica e contro i tagli del governo. In piazza Carducci si è svolto un presidio degli insegnanti che hanno aderito allo sciopero generale della scuola promosso da Cgil e Cobas, dopo che si sono sfilati Cisl e Uil che inizialmente si erano schierati in favore dello sciopero. Gli insegnanti varesini presenti nella piazza varesina si riconoscevano nel Coordinamento docenti scuole di Varese e Provincia, accanto ai quali si sono schierati anche studenti delle scuole superiori della città dopo avere manifestato nella vicina piazza Monte Grappa.

Una serie di richieste è stata avanzata dagli insegnanti del Coordinamento, come si leggeva nel volantino distribuito questa mattina in Corso Matteotti, “realizzabili senza onere per lo Stato attraverso una gestione diversa delle risorse economiche che  fino ad ora sono state destinate al finanziamento delle scuole private, alle spese militari e alla costruzione della Tav”.

Come spiega una delle insegnanti presenti al presidio, Romina Ciardo, Itpa Montale, “il coordinamento vuole essere una realtà trasversale, che raccoglie diverse sigle sindacali, per la quale i partiti sono interlocutori, dato che qualcuno si deve prendere l’impegno di sostenere le nostre richieste”. Sono 13, al momento, le scuole varesine superiori e medie, ma anche elementari. E il coordinamento, che vede la presenza di uno o due rappresentanti delle scuole, serve a tenere i rapporti tra scuole e insegnanti, una realtà che punta ad estendersi a livello regionale e anche nazionale. Tra gli strumenti a disposizione la pagina Facebook “proffvarese” (http://www.facebook.com/home.php#!/search/results.php?q=proffvarese&init=quick&tas=0.021128814920128913).

Una mobilitazione che sta crescendo, quella del coordinamento degli insegnanti, che ha indetto un’assemblea aperta per mercoledì 28 novembre, dalle 15.30 alle 18, presso l’aula magna del Manzoni in via Morsellli a Varese.

 

24 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi