Varese

Scuola Bosina, Specchiarelli smentisce il calo di iscrizioni

Scuola Bosina di Varese

Alle polemiche sulla Scuola Bosina di Varese risponde il presidente Bruno Specchiarelli, assessore provinciale all’Agricoltura, il quale butta acqua sul fuoco: “In merito a quanto riportato da alcuni organi di stampa circa il futuro della Scuola Bosina, si precisa che gli interventi di razionalizzazione e di riorientamento riguardano il solo Liceo Linguistico, non la Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di primo grado, che continuano regolarmente le loro attività mantenendo il requisito della parità scolastica e che non lamentano cali di iscrizioni”.

Dunque difficoltà soltanto per il Linguistico e non per gli altri indirizzi della Bosina. Anzi, Spechiarelli sottolinea che “il Liceo ha ricevuto i contributi previsti dalla Legge per le scuole paritarie per un ammontare di circa 600 (seicento) euro complessivi e totali”.

“Ogni altra illazione – conclude il presidente della Bosina -, oltre che essere dannosa per il lavoro educativo della nostra scuola e, dunque, irrispettosa nei confronti di alunni, docenti e famiglie, è potenzialmente diffamatoria e come tale sarà perseguita a norma di legge”.

22 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Scuola Bosina, Specchiarelli smentisce il calo di iscrizioni

  1. francesca il 22 novembre 2012, ore 18:35

    L’aspetto più interessante è proprio capire la norma di legge vigente!!

Rispondi