Varese

Nicoletti: dopo il caso Bacchetta, quale destino per gli altri alluvionati?

Il consigliere comunale di Movimento Libero Alessio Nicoletti rende pubblica la risposta del sindaco di Varese, Attilio Fontana, che risponde all’interrogazione con cui lo stesso Nicoletti chiedeva di sapere se, come e quando Regione Lombardia, al pari del caso Bacchetta, intendesse stanziare fondi a favore degli altri varesini danneggiati dall’alluvione del 15 luglio 2009.

“Nel caso Bacchetta – dice Fontana – atteso anche le particolari condizioni di salute della istante, l’azione combinata del Comune e della Regione Lombardia ha condotto ad una soluzione apprezzabile ancorché non interamente satisfattiva dei danni subiti. Tale soluzione non appare, al momento, peraltro, replicabile per altre fattispecie”.

“Non capiamo come sia possibile – ha spigato oggi Nicoletti – dare risposte simili. Sono centinaia le persone e le attività danneggiate, anche seriamente, dall’alluvione del 15 luglio 2009. Crediamo che le istituzioni non possano permettersi di trattare situazioni simili in modo così differente ne, tantomeno, giustificare il contributo stanziato con le condizioni di salute dell’istante. Cosa significa? Che chi avesse voluto essere risarcito doveva effettuare lo sciopero della fame? Riteniamo che l’intera vicenda si commenti da sola”.

Continua Nicoletti: “Abbiamo profondo rispetto per chi, come la Signora Bacchetta, ha avuto la forza ed il coraggio di protestare clamorosamente per far valere i propri diritti, ma questo non toglie che riteniamo assolutamente incettabile il criterio per cui le istituzioni abbiano dato soddisfazione, seppur parziale, alle richieste di chi ha saputo farsi sentire con proteste eclatanti e non a quelle di chi, rimanendo in silenzio, ha sempre sperato nell’intervento giusto degli enti coinvolte. Per questo motivo, nella giornata di oggi abbiamo depositato una nuova interrogazione e la richiesta di istituzione di una commissione comunale d’inchiesta sull’argomento”.

 

19 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Nicoletti: dopo il caso Bacchetta, quale destino per gli altri alluvionati?

  1. protassio virtussio il 20 novembre 2012, ore 10:59

    Tranquilli. Fontana non vi negherà una foto in sua compagnia e la tradizionale pacca sulle spalle.

Rispondi