Varese

Regione Lombardia, a Varese la lista civica Maroni apre al Pdl

Con la decisione da parte del Viminale che le elezioni regionali in Lombardia si terranno il 10 e l’11 febbraio del prossimo anno, i partiti spingono l’acceleratore per quanto riguarda liste e nomi.

Per quanto riguarda la lista civica che sosterrà la candidatura di Roberto Maroni, è plausibile che alcuni nomi saranno espressione della società civile, ma altri – a quanto si dice nei palazzi della politica varesina – arriveranno dal Pdl, in particolare dalla sua componente laica. Un partito, quello dei berluscones, lacerato dai conflitti e diviso anche sul fronte delle scelte per la corsa del Pirellone. Se la candidatura dell’ex sindaco di Milano,  Gabriele Albertini, è stata sponsorizzata dal presidente uscente Formigoni, che ha impresso il proprio marchio sul candidato, certo allontanando una parte di berluscones, gli esponenti laici del Pdl in provincia di Varese si trovano a non avere un proprio candidato e quindi potrebbero trovare ospitalità altrove.

Una condizione che certamente sta portando alcuni esponenti del Pdl del Varesotto, che mantengono da sempre buoni rapporti con il Carroccio, a ragionare sulla lista civica di Maroni. In particolare, pare che la questione possa riguardare assessori pidiellini laici e non della giunta provinciale presieduta dal leghista Dario Galli, che potrebbero presentarsi alle elezioni regionali sostenendo Maroni presidente. Con il riordino delle province, assessori laici e non del Pdl si sono più volte trovati sulla medesima lunghezza d’onda del presidente Galli, uno dei più convinti assertori della necessità della provincia.

Assai più complicata la situazione a Palazzo Estense. Qui, nell’area laica del Pdl, la componente ex An risulta distante, da un lato, dai ciellini e, dall’altro, dai leghisti. Più difficile, per gli ex An, convergere nella lista civica per Maroni presidente. Il rischio che corrono è di restare tagliati fuori dalla partita del Pirellone. Discorso diverso per i Pdl laici ex forzisti, che invece, come in Provincia, potrebbero cedere alle lusinghe del Maroni tentatore.

14 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi