Varese

San Martino dona il mantello al povero alla festa affollata di varesini

San Martino dona il suo mantello al povero

Festa di San Martino a Varese, anche quest’anno si è ripetuta la tradizionale ricorrenza che si è svolta attorno alla chiesetta che si affaccia su piazza Cacciatori delle Alpi. Una tradizione che, nonostante il meteo sfavorevole, ha richiamato un pubblico assai numeroso, di residenti del quartiere e di semplici curiosi. Sabato e domenica la festa ha proposto diverse iniziative, ma nel pomeriggio di oggi ha battuto il vero cuore della festa.

A proporre le iniziative in cartellone il cavaliere Vincenzo Bifulco, presidente dell’Actl, insieme ad Angelo Monti e Angelo Antonetti, che hanno seguito la mostra di quadri in piazza, le celebrazioni nella chiesetta, i momenti musicali da camera offerti da un quartetto da giovani interpreti, il Quartetto Quattro Quarti, ma soprattutto il grande stand gastronomico che ha offerto un buon risotto accompagnato da un bel bicchiere di vino. Fuori dalla chiesetta la distribuzione di rose bianche, subito terminate. In occasione della festa dedicata a San Martino, tutta via Dandolo è stata occupata dai banchi del mercato. Presente l’assessore comunale al Commercio, Sergio Ghiringhelli.

Come sempre seguitissimo il momento del taglio del mantello. Preceduti dalla banda della Rasa, si sono presentati due soldati romani a cavallo, acccompagnati da due soldati. Al primo cavaliere si è avvicinato un uomo a cui il cavaliere ha donato il mantello, riproducendo nella piazza uno degli episodi più famosi della vita del santo. Un momento suggestivo che è stato seguito dalla tradizionale recita, da parte di Angelo Monti, dei versi della poesia “San Martino” di Carducci.

11 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi