Varese

Polfer, a Varese denunciato un uomo per molestie in stazione

Controllo Polfer in stazione

Il posto Polfer di Varese nella settimana appena conclusa ha effettuato un intenso servizio di vigilanza effettuando oltre 150 controlli destinati all’identificazione dei passeggeri e scortando circa 30 treni sulle tratte di competenza.

L’attività di prevenzione ha consentito di deferire all’Autorità giudiziaria un cittadino italiano resosi responsabile di molestie sessuali in danno di minori. Nello specifico l’uomo, di 44 anni, residente nella provincia di Varese, aveva l’ abitudine di appostarsi all’interno delle due stazioni ferroviarie del capoluogo, negli orari mattutini, al momento dell’ingresso alle scuole. Seguiva le minori appena giunte in stazione e sfruttando la ressa, le toccava nelle parti intime.

Una volta acquisita la notizia, sono stati predisposti servizi di osservazione con personale in abiti civili: ben quattro sono state le denunce  presentate da altrettante minori che erano state oggetto delle illegali attenzioni dell’uomo.

Gli operatori della Polfer, in collaborazione con personale della Squadra Mobile della locale Questura, hanno poi denunciato due minori responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico, dopo l’ennesimo controllo di alcuni minori a bordo treno F.N.M., si contestava ad uno di essi l’utilizzo personale di sostanze stupefacenti poiché intento a fumare uno “spinello”. Le prime indagini effettuate a seguito del controllo, condotte unitamente alla Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Varese, hanno condotto alla  perquisizione dell’abitazione di un altro minore, residente nella provincia di Varese. La perquisizione ha dato esito positivo, consentendo di rinvenire 25 grammi di stupefacente custoditi in un cappello di lana. Le medesime indagini hanno consentito inoltre di deferire anche un altro minore per lo stesso reato.

La settimana si è conclusa con il controllo di tre giovanissimi italiani a bordo di una vettura che transitava nel P.le Trento con un andamento irregolare. Al termine delle verifiche, all’autista è stato contestato il possesso ai fini personali di stupefacente e si è proceduto al ritiro della patente.

11 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi