Varese

Maggioranza in fibrillazione sul parcheggio di Villa Mylius

Il punto in cui il Comune vuole realizzare un parcheggio

Pare che ci sia tempesta, in maggioranza, dopo che la Commissione Ambiente ha di fatto accantonato il parcheggio nel parco di Villa Mylius. Gli stessi esponenti della maggioranza in Commissione, il leghista Porrini e il pidiellino Giampaolo, il primo presidente della Commissione Ambiente e il secondo presidente della Commissione Urbanistica, hanno chiesto maggiori chiarimenti sulla necessità o meno di una variante urbanistica per realizzare il progetto del parco. E, dunque, in Commissione si è ipotizzato che il progetto potesse essere “parcheggiato”, per il momento, nel Pgt che ancora deve prendere corpo.

Una posizione, quella espressa dagli esponenti della maggioranza, che ha mandato in fibrillazione la stessa maggioranza, che della questione pare debba occuparsi con urgenza domani sera in una riunione. Per il parco di Villa Mylius, insomma, non sarebbero stati molto graditi i dubbi e le riserve espressi in Commissione dagli esponenti della maggioranza. E dunque, pare si stia preparando un veloce ripensamento con conseguente (altrettanto veloce) riallineamento sul progetto del parcheggio da realizzare dentro il bellissimo parco cittadino.

Sul fronte delle opposizioni, Alessio Nicoletti, consigliere di Movimento Libero, ribadisce le perplessità già espresse in Commissione Ambiente. Oggi infatti alcuni esponenti della maggioranza, acccantonato ogni dubbio, ipotizzano l’utilizzo dello strumento della deroga al Prg, che oggi non consentirebbe assolutamente di realizzare alcun posto auto all’interno del parco, classificato Av1s.

Dice Nicoletti: “La Giunta Comunale ha, già collezionato una pessima figuraccia (per non usare termini più volgari) per avere approvato e comunicato con tanto di conferenza stampa un progetto non conforme al Prg vigente e , dunque, non realizzabile. Conferma di come questa Giunta Comunale, ed in particolare alcuni suoi esponenti, sia superficiale ed inadeguata ad amministrare Varese”. Continua il consigliere di opposizione: “Per quanto riguarda l’ipotesi della deroga, comunque, invitiamo l’Amministrazione Comunale ad evitare un ulteriore figuraccia . I poteri di deroga previsti da norme di piano regolatore e di regolamento edilizio possono essere esercitati limitatamente ai casi di edifici ed impianti pubblici o di interesse pubblico. Il permesso di costruire in deroga agli strumenti urbanistici generali è rilasciato esclusivamente per edifici ed impianti pubblici o di interesse pubblico, previa deliberazione del Consiglio comunale, nel rispetto comunque delle disposizioni contenute nel decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490. La deroga, nel rispetto delle norme igieniche, sanitarie e di sicurezza, può riguardare esclusivamente i limiti di densità edilizia, di altezza e di distanza tra i fabbricati di cui alle norme di attuazione degli strumenti urbanistici generali ed esecutivi”.

Conclude Nicoletti: “E’ evidente che nel nostro caso la deroga non sia uno strumento idoneo ed utilizzabile. Infatti, solo con una variante può essere cambiata la classificazione urbanistica attuale (Av1s), condizione necessaria ed indispensabile per realizzare un parcheggio all’interno del parco. I limiti di densità edilizia, di altezza e di distanza tra edifici ed impianti pubblici o di pubblico interesse, infatti, non riguardano minimamente la questione”.

 

7 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Maggioranza in fibrillazione sul parcheggio di Villa Mylius

  1. ester il 7 novembre 2012, ore 16:43

    Ma perché tanto interesse per un possibile parcheggio a Villa Mylius?Quali anziani e mamme con bambini dovrebbero andarci visto che costoro si muovono a piedi e il parco è pressoché in centro?Il tutto è troppo assurdo!Vorrei chiedere all’ass.Clerici di ripensarci e di essere davvero un assessore all’ambiente,in questo caso all’ambiente della preziosa villa Mylius!!! AnnaBiasoli

Rispondi