Varese

Italia Nostra, a caccia del degrado con un clic del cellulare

 

Da sinistra Villa, Segre e Cassinelli, conservatore del Castello di Masnago

L’associazione ambientalista Italia Nostra punta come suo obiettivo quello di educare e sensibilizzare alla tutela e valorizzazione del patrimonio naturalistico, paesaggistico, architettonico e artistico. Educare significa investire sul futuro, sui nuovi cittadini , sui giovani, affinchè divengano consapevoli del valore della nostra identità culturale e possano promuovere una politica di tutela e valorizzazione.

L’iniziativa “Caccia al degrado” si articola in due momenti: il corso formativo ed il concorso fotografico e si rivolge a dirigenti, docenti e studenti delle scuole medie superiori ed inferiori della provincia di Varese, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Provinciale, del Comune, della Provincia e della Regione Lombardia.

Il corso formativo è in programma il 16 novembre presso la Sala Montanari del Comune di Varese con un convegno in cui interverranno relatori di alto profilo. La prima parte sarà dedicata alla presentazione della nostra associazione da parte del presidente della sezione varesina Carlo Segre e del neo-eletto presidente nazionale Marco Parini, che spiegherà quali siano le ragioni della necessità di impegno nell’ambito della messa in sicurezza ambientale del nostro Paese. Valeria Villa, responsabile del progetto educativo per la nostra sezione, presenterà le finalità e le modalità del concorso.

La seconda parte della giornata è rivolta alla presentazione del tema del “degrado”, di cosa si intenda per degrado e di quali siano gli ambiti che esso ormai coinvolge: Carlo Mazza parlerà del perfetto equilibrio della natura ormai gravemente compromesso e presenterà alcune proposte per il recupero dello stesso, Alessandro Uggeri affronterà il tema del “ sistema acqua”, le problematiche relative allo stato di salute e le azioni per salvare dal degrado il patrimonio idrico mondiale. Maurizio Oliva focalizzerà l’attenzione sul problema del paesaggio e dell’urbanizzazione mettendo in luce alcuni aspetti della “cattiva urbanistica” per accrescere la consapevolezza che si possa migliorare. Pietro Petraroia e Vilma Baricalla metteranno in luce quanto di positivo si sia fatto sino ad oggi per ovviare al “ degrado” sia in ambito legislativo, sia etico e filosofico.

Il concorso fotografico vedrà impegnati gli studenti, istruiti dai loro dirigenti e docenti , che con mezzi anche semplici quali il cellulare o una qualsiasi macchina fotografica (non interessa la qualità dell’immagine ma la qualità del contenuto), cercheranno di leggere con occhi critici diversi, le problematiche dell’ambiente, del paesaggio e dei beni architettonici ed artistici interessati dal degrado. Gli scatti fotografici maggiormente rappresentativi di problemi rilevanti saranno considerati dalla giuria di tecnici preposta alla selezione e valorizzazione degli elaborati. Il materiale deve essere consegnato alla sezione varesina di Italia Nostra entro il 25 marzo.

 

7 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi