Varese

Il Pd Mirabelli: sosta serale a pagamento “odioso balzello”

Il 20 settembre, la maggioranza di centrodestra (Lega Nord e PDL) ha respinto, in Consiglio comunale, un ordine del giorno del PD per abolire il pagamento della tariffa di 1 euro per la sosta serale in centro, tra le 20 e le 24, istituita nell’aprile scorso, ritornando, così, alla sosta gratuita, come avveniva in precedenza.

Su richiesta del PD, l’11 ottobre, sono state, poi, convocate, in seduta congiunta, la Commissione Urbanistica e quella Polizia locale, con audizione del presidente di AVT Marino e del comandante della Polizia locale Lotito, per valutare, i dati della sperimentazione del periodo di pagamento della sosta serale compreso tra aprile e ottobre.

In tale occasione, è stato approvato, a maggioranza (PDL – PD – SEL – UDC –lista civica Varese&Luisa, Movimento Cinque stelle), con la sola opposizione della Lega Nord, un documento che propone alla Giunta “di riesaminare la politica tariffaria serale dei parcheggi, recentemente introdotta, anche alla luce delle problematiche sui controlli e sull’andamento dei dati di introito”.

“Dalla sperimentazione durata qualche mese – sottolinea il capogruppo del PD Fabrizio Mirabelli- risulta, infatti, che l’introduzione del pagamento della tariffa serale di un euro si configura come un odioso balzello: i controlli, infatti, praticamente non ci sono e le entrate sono modeste”.

Adesso rimane solo da capire cosa farà la Giunta nel momento in cui anche una parte della maggioranza che la sostiene e non più solo l’opposizione chiede di riesaminare la politica tariffaria serale dei parcheggi. “Tale balzello – conclude Mirabelli – risulta ancora più odioso alla luce di quanto segnalatoci da numerosi cittadini ovvero che una decina circa dei cinquanta parchimetri ubicati in centro città, spesso e volentieri, a causa del loro malfunzionamento, “inghiottono” la moneta da un euro senza rilasciare il relativo scontrino, costringendo i malcapitati automobilisti a pagare due o tre volte la tariffa stabilita”.

 

 

7 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi