Lettere

Più Polizia a servizio dei cittadini

Il fatto che da due settimane l’Ufficio della Polizia di Stato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Circolo di Varese risulta privo di Agenti è allarmante e sconcertante. Non soltanto per la sicurezza e la tranquillità del personale sanitario, ma soprattutto per i Cittadini utenti del Pronto Soccorso e per i ricoverati nei vari reparti.

Sappiamo che la coperta è corta, a causa della carenza di personale, e la Questura che deve decidere come gestire i vari servizi di Polizia nella città di Varese si trova in difficoltà.

Una soluzione al problema però ci sarebbe, quella di abolire o ridurre sensibilmente le scorte a tanti personaggi pubblici, che ormai servono più come “status symbol” che per una vera esigenza di protezione alla persona. Questa è anche l’opinione dell’esimio Sen. Achille Serra, ex Dirigente di Polizia ed ex Prefetto di Roma, ora componente delle Commissioni Giustizia e Antimafia del Senato, quindi persona particolarmente esperta in materia.

E’ molto esplicativa la sua intervista in proposito rilasciata il 21.8.2012 al “Quotidiano.net”, che qui riporto in parte: “Se un capo della Cupola decide di ammazzare un prefetto o un giudice non basta un esercito a proteggerlo. Lo abbiamo visto con Falcone e Borsellino (aggiungiamo Dalla Chiesa e tanti altri). E prima ancora, ai tempi delle B.R., con Aldo Moro. Quando scatta il comando non c’è scorta che ti salva; c’è solo la scorta che muore con te”.

Lo stesso vale per la miriade di politici, ex politici, magistrati ed altre cariche istituzionali, ecc. che fruiscono di scorta anche nelle normali attività della vita privata. Poi alla domanda a chi deve essere garantita la scorta l’On. Serra ha risposto: “Alle alte cariche dello Stato: al Presidente della Repubblica, ai Presidenti del Consiglio, del Senato e della Camera, ai Ministri dell’Interno e della Difesa in alcuni casi”.

Ciò premesso, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura che assegna le scorte dovrebbe ricevere dal Governo adeguate disposizioni in tal senso, così tanti problemi connessi alla carenza di personale di P. S. sul territorio sarebbero risolti, garantendo una maggiore vigilanza a tutela della sicurezza dei Cittadini. Come pure un consistente numero di personale di Polizia da mandare sul territorio si potrebbe recuperare da quello ora impiegato negli Uffici delle Questure e Commissariati, sostituendolo con personale civile amministrativo.

Ringrazio per l’attenzione.

Martino Pirone

 

6 novembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi