Regione

Riordino Province, Alfieri (Pd): una decisione calata dall’alto

Il consigliere Pd Alfieri

“Decisione calata dall’alto, con un’attenzione esasperata alla ridefinizione dei confini”. Così Alessandro Alfieri del Pd sul decreto legge che riordina le province riarticolando la Lombardia in sette circoscrizioni.

“Non abbiamo colto la vera sfida: costruire una moderna rete di servizi per i cittadini a costi più contenuti. Il Parlamento rimedi a un tale errore – ha detto il consigliere Pd Alessandro Alfieri -. L’attenzione è stata focalizzata eccessivamente sulla ridefinizione di confini territoriali, trascurando il punto centrale ovvero: cosa cambierà per i cittadini, quali servizi saranno assicurati, come e da chi”.

Continua il consigliere Pd: “La discussione doveva partire dal modello di governance: individuando le città polo di riferimento a cui riassegnare le funzioni tolte alle Province. Crediamo sia necessario mantenere i servizi quanto più vicini alla cittadinanza, favorendo aggregazioni e gestioni associate da parte dei Comuni. La Regione individui subito gli ambiti ottimali affinché i Comuni possano esercitare in maniera associata funzioni e servizi migliorandone la qualità e l’efficienza”.

31 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Riordino Province, Alfieri (Pd): una decisione calata dall’alto

  1. Cittadinosuperpartes il 1 novembre 2012, ore 11:51

    Siete tutti uguali quando vi toccano i vostri interessidi bottega, tutti uniti, perche’ a tavola ben imbandita le divergenze diventano convergenze, sempre nell’interesse dai cittadini Frase magica da politico consumato, in spregio all’intelligenza degli stessi. LE PROVINCIE O SI ABOLISCONO TUTTE O SI LASCIANO COME SONO E” DA QUANDO AVEVO I CALZONI CORTI CHE SI PARLA DI ABOLIRLE……….”BUFFONI”

Rispondi