Politica

Regionali in Sicilia: exit danno in forte vantaggio il candidato di Grillo

Bassa partecipazione e, per gli exit poll, forte risultato dei grillini

Elezioni regionali siciliane, è grande l’attesa per il risultato, che potrebbe indicare – dopo scandali e inchieste – una linea di tendenza per quanto riguarda il resto del Paese. Scrutinio in mattinata e poi sapremo chi saranno i nuovi rappresentanti dei cittadini a Palazzo dei Normanni. L’elezione è a turno unico e quindi non è previsto alcun ballottaggio. Sarà eletto presidente della Regione il candidato che totalizzerà il maggior numero di preferenze.

I risultati iniziano a girare grazie ad exit poll (quelli di Palermoreport.it). Il candidato alla presidenza della Regione Sicilia del Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri, sarebbe in testa alle preferenze espresse nella città di Palermo con il 27,46% dei consensi, seguito da Nello Musumeci (Pdl, Pid e Ld) al 23,35%. Crocetta sarebbe al 21,40%, poi Miccichè (14.24%) e Marano (9,76%). 

Ma il dato altrettanto interessante è quello relativo all’affluenza: un’affluenza in forte calo, al 47,4%. Alle 22 di ieri, alla chiusura delle urne, nei 390 Comuni siciliani nei quali si è votato per eleggere il presidente della Regione, l’affluenza è stata del 47,42% degli aventi diritto, pari a 2.203.885 elettori. Nel 2008, quando però si votò anche di lunedì e in contemporanea alla Camera e al Senato, si recò alle urne il 66,68% degli aventi diritto. Alle 19 l’affluenza era del 37,66%, alle 12 dell’11,31%.

29 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi