Varese

Telecamere in piazza Repubblica, a Varese il progetto Finmeccanica

 

Piazza Repubblica

Maggio 2011, allora era ministro degli interni il leghista Roberto Maroni, ancora lontano dalle polemiche e dalle inchieste che poi avrebbero investito il Carroccio. Allora Bossi era ancora in sella, intoccabile. Il ministro giunse in Questura per lanciare il “modello Varese” sul fronte sicurezza. Parlò di telecamere per controllare la città, collegamenti tra Forze dell’ordine, maxi-schermi ad alta definizione. Era l’epoca dei Patti per la sicurezza, e tra i luoghi al centro dell’attenzione Piazza Repubblica a Varese.

Si parlava di un sistema di videosorveglianza innovativo e sofisticato, bloccato sul nascere perchè si attendevano le autorizzazioni previste del Garante della Privacy. Il suo nome era “Sinecura”, progetto sviluppato dalla Electron Italia, una società Finmeccanica (anche quest’ultima, allora, lontana dalle inchieste) che si dedica ai temi della sicurezza. Il progetto si fonda sul sistema Buethoot e in caso di pericolo sarà sufficiente schiacciare un tasto del cellulare.

A distanza di più di un anno, quel progetto pare concretizzarsi sempre di più in Piazza Repubblica. L’assessore alla Sicurezza del Comune, il leghista Carlo Piatti, ha annunciato che, tra quindici giorni, saranno installate sette nuove telecamere che andranno ad aggiungersi alle quattro già esistenti, nell’ambito del progetto Sinecura, a costo zero per l’amministrazione comunale. Un presidio della Polizia locale sostituirà quello della Polizia dello Stato che presidiava la piazza nel pomeriggio.

24 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi