Varese

Mirabelli (Pd): caro Pinti, è meglio che guardi dentro casa tua

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera del capogruppo Pd in Comune, Fabrizio Mirabelli, in risposta alla lettera del segretario cittadino leghista Marco Pinti:

Egregio direttore,

leggo la provocatoria lettera del segretario cittadino-consigliere provinciale della Lega Nord  Pinti ( a proposito che ne è del nuovo slogan maroniano “un culo per una poltrona”?) che si domanda dove sia l’opposizione a Varese.

Dispiace che Pinti, oberato dai troppi impegni che la duplice carica comporta, non abbia tempo per documentarsi e che le poche volte in cui si degna di venire ad assistere al Consiglio comunale, generalmente, si appisoli nella parte riservata al pubblico, in fondo all’aula. Altrimenti, si sarebbe, certamente, accorto che questa opposizione svolge assai bene il compito che i varesini le hanno affidato.

Tra le innumerevoli proposte e denunce fatte, mi limito, per questioni di spazio, a ricordare solamente la nostra azione sul PGT. Fummo noi, nel 2009, a presentare in Consiglio comunale,l’unico documento, ad oggi esistente, contenente una visione ben precisa della Varese futura. Fummo, sempre noi, l’anno scorso, a sottolineare come, in merito alla riqualificazione di piazza Repubblica, l’Assessore Binelli (Lega Nord) stava sbagliando procedura perché occorreva un accordo di programma con la Regione come, in seguito, l’Assessore stesso fu costretto ad ammettere.
Fummo ancora noi, nel gennaio 2011, di fronte agli ingiustificabili ritardi, nella redazione del PGT, da parte dell’Assessore Binelli a presentare la richiesta di un cronoprogramma che lo obbligasse a periodici passaggi in Commissione Urbanistica e in Consiglio comunale.

Recentemente, abbiamo appreso che, l’Assessore Binelli, nonostante due proroghe già concesse, negli anni scorsi, dalla Regione, non riuscirà a rispettare il limite del 31-12-2012 per l’approvazione del PGT. Dopo 7 anni di lavoro, al contrario di Bergamo che ha approvato il suo PGT nel 2009, a Varese, dei tre documenti che compongono il PGT, si è riusciti a produrre unicamente il Documento di piano mentre il Piano dei servizi e quello delle regole rimangono nel mondo etereo della fantasia.

Come se ciò non bastasse l’Assessore Binelli, non pago di questo record negativo da Guinness dei primati, ha pensato bene di cercare di scaricare la responsabilità della propria incapacità amministrativa prima sulla società di consulenza che lo sta aiutando, dal punto di vista tecnico, nella redazione del PGT e, poi, addirittura sulla struttura comunale.

Consigliamo, pertanto, a Pinti, se è alla ricerca di qualcuno che, a Palazzo Estense, non ha fatto e non fa il proprio dovere, di non rendersi ridicolo accusando l’opposizione ma di guardare dentro a casa sua.

Se avesse il coraggio di farlo e contribuisse a fare in modo che il sindaco ritirasse, per scarso rendimento, la delega all’Assessore Binelli, la nostra città, che rischia di perdere l’ennesima opportunità, gliene sarebbe davvero grata.

Fabrizio Mirabelli Capogruppo PD Varese

23 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi