Varese

Marsico contro Galparoli: “la partita sulle Province la giochiamo insieme”

 

Il vicepresidente Marsico

Una grandinata di polemiche e di critiche si abbatte su Piero Galparoli, il consigliere comunale e assessore provinciale Pdl che ieri ha accusato il suo stesso partito di non avere sostenuto con forza, al pari del presidente della Provincia, Dario Galli, le ragioni della difesa della provincia di Varese. “E’ stato un errore avere lasciato solo il presidente Galli”, aveva dichiarato ieri Galparoli nel corso di una conferenza stampa in cui ha illustrato l’iniziativa “Varese mai con Como”.

Ora arriva la risposta del vicepresidente e assessore della Provincia, il pidiellino Luca Marsico. “La partita sulle Province l’abbiamo giocata e la stiamo ancora giocando insieme. Il presidente Dario Galli non è rimasto isolato, nessun uomo solo al comando. Tanto è vero che insieme, in una recente conferenza stampa, abbiamo illustrato, con dati alla mano, le motivazioni a sostegno della salvaguardia della virtuosa Provincia di Varese. E sulla stessa linea si è espresso in maniera precisa e circostanziata il direttivo provinciale”.

Continua Marsico: “So poi che il coordinatore, Lara Comi, si è attivata e ha avuto contatti istituzionali a diversi livelli, con Regione Lombardia, il coordinatore lombardo del Pdl Mario Mantovani, le associazioni di categoria, per cercare di trovare una soluzione in linea con quanto ha deliberato il direttivo”.

Tuttavia il vicepresidente Marsico non dimentiva una certa differenza all’interno del Pdl. “Se poi – sottolinea  Marsico – ci siano state talune posizioni più sfumate e talora dissonanti all’interno del Pdl, questa è altra cosa e ognuno è responsabile di quello che dice e sostiene. La linea del partito è chiara e va nella stessa direzione sostenuta dal presidente Galli. Il territorio di Varese merita tutela assoluta e leale e noi vogliamo difenderlo anche per quei Comuni che si sono espressi diversamente. A beneficio dei cittadini che hanno goduto di ottimi servizi grazie alla buona gestione degli amministratori”.

 

18 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi