Varese

Mirabelli (Pd): no all’incubo del nuovo parcheggio realizzato a Villa Mylius

 

Il Pd Fabrizio Mirabelli

Dura reazione del capogruppo Pd del Comune di Varese, Fabrizio Mirabelli, al semaforo verde al parcheggio nel parco di Villa Mylius, uno dei parchi più belli della nostra città:

Dice Mirabelli: “Il capogruppo della Lega Nord Giulio Moroni, tempo fa, si era lasciato sfuggire che il costoso e impattante parcheggio sotto al parco di villa Augusta avrebbe aperto la pista ad altri autosili nei parchi di Varese”.

Continua il capoogruppo del Pd: “Oggi, a villa Mylius, tale minaccia, purtroppo, con buona pace di ciò che resta della città “Giardino”, incomincia a diventare realtà, come in un terribile incubo. A questo punto, prima che i danni al nostro patrimonio verde diventino irreparabili, c’è, davvero, da augurarsi che il sindaco Fontana, candidandosi in Regione, sciolga la Giunta, fermando l’assessore “Conan” Clerici “il Barbaro””.

 

16 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti a “Mirabelli (Pd): no all’incubo del nuovo parcheggio realizzato a Villa Mylius

  1. Delio Carrasi il 16 ottobre 2012, ore 22:15

    Una giunta allo sbando. Clerici ha già fatto troppi danni. Fermatelo.
    Grazie Fabrizio Mirabelli per l’attenzione con cui segi i problemi di Varese. Gli altri dormono?

  2. ombretta diaferia il 17 ottobre 2012, ore 09:57

    Clerici, fortunatamente, non ha fatto nulla in questo anno di Assessorato. Men che meno danni.
    Ma in questo caso dimostra di non conoscere quello strumento adottato nel 2008, non per merito di Mirabelli, ma di Maresca, forse l’unico dei consiglieri che ha veramente fatto per Varese, tanto da ritirarsi quando il suo partito ha “svoltato”…

    La giunta Fontana, che dal 2005 si è macchiata dei peggiori scempi ambientali per realizzare una molteplicità di quelle che definisco le “piramidi dei faraoni contemporanei”, non conosce neppure il vincolo del danaro che incassa.

    Il REGOLAMENTO COMUNALE PER LE STRUTTURE DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA del 2008, recita all’articolo 21 (PIANO ECONOMICO – FINANZIARIO PER INTERVENTI DI CONTROLLO E DI COMPENSAZIONE DELL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO):

    “1. E’ prevista l’elaborazione di un “Piano degli interventi di controllo e di compensazione dell’inquinamento elettromagnetico” soggetto ad aggiornamento annuale, entro il mese di gennaio, a cura della struttura comunale competente in materia di tutela ambientale. A tale “Piano” sarà allegato, a formarne parte integrante, una valutazione economico-finanziaria, che
    tenga conto delle previsioni d’introito derivanti dai proventi dei contratti di affitto di edifici e terreni comunali stipulati al fine di permettere l’installazione degli impianti di cui all’art. 4, e dai proventi delle sanzioni di cui all’art. 20

    2. Il Piano prevede interventi per l’espletamento delle seguenti funzioni:
    · sviluppo di forme di comunicazione ed informazione ai cittadini sul tema
    dell’inquinamento elettromagnetico e sulla situazione degli impianti installati e da installarsi;
    · sviluppo di forme di sinergia per il controllo dell’inquinamento elettromagnetico e di forme di tutela della salute dei cittadini;
    · misure varie che abbiano attinenza alla razionalizzazione della distribuzione degli impianti sul territorio comunale e al loro corretto inserimento nel contesto ambientale;
    · interventi compensativi di recupero e riqualificazione ambientale.”
    chiedo all’assessore ed al sindaco come mai siano così disattenti a ciò che grazie ad un lavoro lungo e sfiancante si è ottenuto.

    Mirabelli, Oprandi, Civati, Conte, Infortuna, Miedico e Corbetta (che già s’interessò a questo tema ostico che i politici saltano a piè pari, perché bisogna studiare e non solo dichiarare in conferenza stampa!) pensano di prendere in mano seriamente la questione.

    D’altronde siamo in campagna elettorale… perché non usare anche questo tema per mietere consensi?

  3. Cittadinosuperpartes il 17 ottobre 2012, ore 15:04

    Grazie Mirabelli che prende a cuore i problemi di varese, per altro i piu’ importanti, come il cartello con errori dell’ass Ghiringhelli salvo poi ridere e scherzare quando si ritrovano in comune.E poi tutto continua nella piu’ assoluta’ incapacita’ amministrativa.

  4. Fabrizio Mirabelli il 17 ottobre 2012, ore 15:49

    Ringrazio Ombretta Diaferia per avere sottolineato il merito dell’amico Maresca per quanto riguarda il regolamento comunale per le strutture di comunicazione elettronica e dell’amico Corbetta “che già s’interessò a questo tema ostico che altri politici saltano a piè pari perché bisogna studiare”. Tutti i consiglieri del PD, tuttavia, me compreso, sono abituati a lavorare in squadra e hanno a cuore non il merito personale ma il merito del PD. La campagna elettorale c’entra ben poco. Ci stiamo occupando e ci occuperemo del parco di villa Mylius con la stessa determinazione con cui, a suo tempo, ci siamo occupati del parco di villa Augusta. Sperando di non rimanere, come allora, quasi l’unica forza politica a battersi per la salvaguardia del verde pubblico. Infine una precisazione: l’amico Maresca non si è affatto ritirato quando il suo partito “ha svoltato”. L’amico Maresca, come tutti noi, ha rispettato lo Statuto del PD secondo il quale non ci si può ricandidare allo stesso livello istituzionale quando lo si è già ricoperto per due mandati pieni e consecutivi. La stessa serietà dimostrata, mi si permetta qui di ricordarlo, dall’ex consigliere regionale Giuseppe Adamoli. Sia Maresca che Adamoli, naturalmente, danno ancora il loro prezioso contributo al PD.

  5. Giancarlo Gisa il 17 ottobre 2012, ore 16:50

    Il fatto che tutto continui nella più assoluta “incapacità” amministrativa è colpa della giunta Fontana e non certo di Mirabelli che è l’unico che solleva e segue professionalmente i problemi pratici della città.
    Gli altri parlano e pensano alle loro carriere (Fontana) e poltrone.
    Riguardo il cartello, pur essendo una banalità, bene ha fatto Mirabelli a segnalare gli errori presenti all’ingresso di un pubblico ufficio e che imbarazzerebbero chiunque, primo fra tutti l’assessore Giringhelli.

  6. ombretta diaferia il 17 ottobre 2012, ore 22:05

    Mi scuso con Mirabelli, di cui non comprendevo la risposta, ma scrivere in brevi lassi di tempo determina logorrea ed anche imprecisione…
    Mea culpa, non volevo scrivere “non per merito di Mirabelli”, discreditando il suo impegno. Volevo solo parlare del merito del DS Maresca, con cui abbiam passato molto tempo su quel maledetto regolamento, impuntandoci proprio sul punto del vincolo del danaro introitato dall’Amministrazione.

    Se poi Mirabelli si prendesse un giorno a cuore la questione ne sarò felice, come nel caso si attivi qualsiasi responsabile della politica locale, visto che attendo ancora risposta da oltre un anno dai due candidati sindaco proprio in mertito a tale questione.
    Ma mai alcuno si è preso cura di questo problema, perché, e lo dico con cognizione di caso, necessita di molto studio ed aggiornamento.
    O forse perché ovviamente il progresso è più rilevante dello sviluppo.
    Per qualsiasi partito.

Rispondi