Lugano

Desiderio come motore di Expo 2015. Convegno targato Expo Village e Ludes

Imprese virtuose, percorsi sostenibili, nuove tecnologie e progetti strategici di avvicinamento all’esposizione universale del 2015. Potrebbe essere questo l’identikit di Expo Village 2015. Eppure anche la definizione più appropriata e pertinente può risultare limitante, in qualche modo restrittiva. Il gruppo di lavoro coordinato dal presidente Raffaele Nurra, negli ultimi mesi ha dato una decisiva accelerazione al proprio operato strategico.

L’humus che caratterizza la realtà varesina, infatti, si è alimentato di nuova linfa vitale con l’accordo di collaborazione firmato con l’Università Ludes di Lugano.

Educazione, approfondimenti culturali, riflessioni antropologiche e sociali, stanno arricchendo l’attività dell’Associazione. All’interno di questa caratterizzazione può essere inserito l’evento organizzato con l’ateneo ticinese in programma per venerdì 19 ottobre alle 18 a Lugano , presso l’Aula Magna dell’Università.

Il convegno, inserito nel Mese della Cultura della Città di Lugano, dal titolo “L’anima bucata: esplorare il desiderio”, si pone l’obiettivo di avviare una riflessione ampia sul concetto di desiderio nell’era contemporanea. Un approfondimento su un tema che scandisce quotidianamente la nostra vita, la relazione con gli altri e con il mondo.

Parteciperanno come relatori Alberto Mina, Direttore della Segreteria Tecnica a supporto del Commissario Generale per Expo Milano 2015, con un intervento dal titolo: “L’esperienza della cultura come desiderio di bellezza libera”; Alberto Mazzucchelli, urbanista, con una relazione dal titolo: “Costruire la città, ridefinire territori e confini alla luce dei nuovi modelli di sviluppo”; Fabio Cavallari, che focalizzerà l’attenzione sulla “ scrittura non solo come evasione, polemica o contraddizione, ma anche come percorso educativo dentro i limiti dell’altro da noi” ; Alfredo Vanotti, dietologo, professore universitario, che interverrà su “Il corpo mitizzato: quale salute nell’età dell’immagine?”, e Fabio Gabrielli, Preside della Facoltà di Scienze Umane della L.U.de.S., che proporrà “ Gli incantesimi dell’anima o della giusta misura: prospettive antropologiche sulla temperanza”. L’incontro, introdotto da Alfredo De Filippo, coordinatore del Dipartimento delle Scienze Giuridiche e Sociali della L.U.de.S., sarà moderato da Luigi Maffezzoli, giornalista Rsi.

 

 

 

 

15 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi