Varese

A Villa Panza misteriose fanciulle evocano i video dell’americano Bill Viola

 

Misteriose fanciulle evocano i video di Bill Viola

Nella suggestiva cornice di Villa Panza la danza e i movimenti del corpo hanno “messo in scena” i video dell’artista americano Bill Viola, che nella dimora di proprietà del Fai propone, nella mostra “Reflections”, alcune storiche installazioni. Opere che hanno già richiamato numerosi visitatori, che questa volta, oltre alla mostra, potevano ammirare le coreografie curate da Silvana Bazzi, che grazie a interpreti diversi, giovani ragazzi e donne, ha riproposto dal vivo, in maniera intelligente e originale, le situazioni che l’artista ha affidato ai suoi video, tra il nascere e il morire.

All’inizio Paola Piatti, responsabile della Delegazione varesina del Fai, l’ente che ha promosso l’iniziativa dal titolo “Il tempo e l’altrove”, ha richiamato il senso dell’evento, e poi le coreografie sono iniziate. Un lungo tappeto blu attraversava il cortile d’onore della Villa, una delle due location, insieme alle Scuderie, delle coreografie proposte in relazione alla mostra in corso, visitata prima della messa in scena. Tre ragazze in movimento davanti ad un grande specchio, una donna incinta, tre ragazzi che correvano e facevano capriole, una misteriosa figura incappucciata in cammino.  E poi melodie, parole, luci hanno contribuito a creare un’atmosfera sospesa e rarefatta.

Le figure femminili hanno danzato, fluttuando nello spazio, mimando le situazioni dei video, riproponendo alcuni soggetti presenti nelle opere di Viola. Una meditazione affidata ai movimenti e a poche parole pronunciate dalle performer. Un evento che ha catturato l’attenzione dei presenti, proponendo un modo originale e diverso per entrare nello spirito della rassegna in corso nella dimora di Biumo.

- FOTOGALLERY

14 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi