Varese

Una lunga trattativa e poi il mercato si sposta in piazza San Giuseppe

Un momento della trattativa

E’ durata tutto il pomeriggio la trattativa tra i commercianti che si erano installati ai Giardini Estensi e il Comune, rappresentato dal segretario generale Filippo Ciminelli, e dagli assessori comunali Piazza, Clerici, Piatti, Ghiringhelli e Montalbetti. Presenti, nel pomeriggio, anche il segretario della Lega Nord varesina, Marco Pinti, diversi dirigenti del Comune, una cospicua pattuglia della Polizia locale, con il comandante Lotito.

Tutto è subito ruotato attorno al fatto che i commercianti non potevano vendere prodotti alimentari, ma nello stesso tempo si è subito registrata la volontà dell’amministrazione comunale di non arrivare ad atti di forza. E’ così iniziata una fitta trattativa tra i commercianti e i rappresentanti del Comune.

Attorno alle 17 si è arrivati ad una soluzione: i commercianti avrebbero lasciato i Giardini Estensi in cambio di uno spazio pubblico, che è stato individuato in piazza San Giuseppe. Per questa nuova collocazione, il Comune avrebbe rilasciato i permessi in un batter d’occhio, in modo da consentire lo spostamento immediatamente.

A quello che si è capito con una certa difficoltà, dato che era difficile registrare opinioni su una situazione quanto mai imbarazzante, i commercianti che hanno allestito i loro stand ai Giardini verranno sanzionati dalla Polizia locale.

 

 

12 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Una lunga trattativa e poi il mercato si sposta in piazza San Giuseppe

  1. Cittadinosuperpartes il 13 ottobre 2012, ore 10:15

    Per il governo della citta’ e’ meglio un comissario prefettizio, che questa banda di incapaci.Ma la cosa comunque non risulta chiara, non e’ possibile che si installassero in quel modo senza un tacito assenso di qualche assessore compiacente.

  2. Guerzoni Giuseppe il 13 ottobre 2012, ore 17:56

    Non è pensabile che comuni commercianti si siano piazzati DENTRO i giardini estensi senza il consenso di qualcuno che conta. Se fossero stati veramente degli abusivi sarebbero bastati due vigili urbani o la Polizia. Arriva invece quasi tutta la Giunta di Varese, il Segretario generale, il Comandanre dei Vigili, funzionari, amministratori ed anche il segreatario varesino della Lega!
    Non sapremo mai nulla di preciso se non si fanno parlare ” gli abusivi”.
    Non ce la raccontate giusta, non ce la raccontate tutta. Saluti

Rispondi