Varese

Alla Mazzini terminato intervento per la sicurezza da 600 mila euro

La Mazzini in via Como a Varese

Conclusi i lavori di ristrutturazione alla scuola primaria “Giuseppe Mazzini” di via Como 15. A presentare l’intervento questa mattina, il vicesindaco Carlo Baroni, insieme all’assessore alle Finanze Giuseppe Montalbetti, al dirigente scolastico reggente Roberto Fassi e al tecnico comunale Mauro Maritan.

Eseguite opere per oltre 618 mila euro “per migliorare innanzitutto la sicurezza e la solidità dell’edificio”, come spiega il vicesindaco. Il Comune ha ottenuto il via libera per un finanziamento dal C.I.P.E. (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) che con deliberazione 13 maggio 2010 ha varato un “Piano straordinario, stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico”.

“Nei mesi scorsi – precisa Baroni – a seguito delle rilevazioni effettuate dai tecnici dell’amministrazione con sopralluoghi mirati sulle potenziali pericolosità legate alle parti non strutturali di tutte le scuole del territorio di Varese, si è delineata la necessità di interventi di manutenzione per la messa in sicurezza e la sostituzione delle parti pericolose degli edifici esaminati. La scuola Mazzini era una di queste. Abbiamo effettuato lavori alla Cairoli, già conclusi, per un importo pari a 600 mila euro per cui attendiamo sempre il finanziamento statale, e alla scuola Fermi, mentre sono ancora in corso alla scuola Carducci per il consolidamento dei pavimenti e la sostituzione degli infissi”.

Alla Mazzini, in particolare, si è interventi sulle facciate est e ovest, dove era alto il rischio di distacchi degli intonaci e degli elementi decorativi, con ricadute a terra di porzioni considerevoli di materiali lungo gli ingressi e le aree di pertinenza della scuola (area di gioco, area antistante la mensa e la palestra, area interna del cortile). Sono stati sostituiti anche canali, pluviali, scossaline che si presentavano in uno stato di notevole degrado: ciò in passato aveva provocato ripetute infiltrazioni che hanno agito negativamente sia sulle facciate, sia sugli interni, causando nel recente passato il crollo di alcuni controsoffitti (peraltro già sostituiti).

Sulla facciata principale, il balcone centrale realizzato completamente in pietra e posto al di sopra dell’ingresso è stato ristrutturato: le colonne che sorreggono il parapetto in cemento presentavano infatti distacchi dalla base di fissaggio. Interventi sono stati effettuati anche sul tetto, per evitare cadute di tegole. Negli interni dell’edificio si era già proceduto alla sostituzione dei controsoffitti (con elementi leggeri).

Per quanto riguarda i serramenti esterni, un intervento era già stato effettuato l’anno scorso: i vetri sono stati tutti sostituiti con vetrate di sicurezza multistrato, mantenendo gli esistenti serramenti.

 

11 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi