Varese

Agenzia Formativa della Provincia, sindacati sul piede di guerra

La sede della Provincia di Varese

Domani 12 ottobre sciopero proclamato dalla Rsu della Provincia di Varese: è in atto una dura vertenza del personale docente dell’Agenzia Formativa provinciale.

II 4 ottobre scorso la Rsu ha incontrato Presidente del Consiglio Provinciale, Capigruppo consiliari e consiglieri interessati per illustrare l’intera questione. “Ad oggi – dicono i componenti della Rsu – siamo in attesa della promessa convocazione di una Commissione consigliare ad hoc. La Rsu però non ha perso tempo ed ha trasmesso tempestivamente al Consiglio un dettagliato memorandum sulla situazione critica in cui versano l’organizzazione e la gestione dell’Agenzia. In pratica il Consiglio è costantemente informato su ogni passaggio e particolare della vicenda”. Una questione complessa, che domani sarà riproposta in tutte le sue ombre.

Domani sono in programma un presidio dei docenti davanti a Villa Recalcati dalle ore 11.30 alle ore 12.30, con un volantinaggio per spiegare i motivi della protesta alla cittadinanza. Ci sarà un volantinaggio anche presso tutte le sedi dei Centri di formazione professionale dell’Agenzia Formativa, in concomitanza con l’avvio delle lezioni.

Dure le accuse dei sindacati che rimarcano, in un comunicato, “il comportamento antisindacale della Direzione dell’Agenzia Formativa che, venuta a conoscenza della proclamazione dello sciopero, ha predisposto un orario di lavoro che esclude il personale docente di ruolo dall’attività di classe, boicottandolo di fatto”.

Continuano i sindacati: “La pubblicazione all’Albo della Provincia, avvenuta il 2 ottobre scorso, di una Deliberazione che approva il rinnovo del contratto alla direttrice dell’Agenzia, dott.ssa Prevedello, per ben 3 anni, che oltre a sollevare seri dubbi di legittimità, nesolleva di altri di natura etica ed economica.

——————————————————————————–

Page 2

L’ Agenzia vive ormai in un quadro di totale precarietà del Personale, che si riverberainevitabilmente sui servizi all’utenza (leggi: contratti dei docenti precari in aumento, 13bidelli licenziati e personale di ruolo, assegnato funzionalmente, soltanto fino al 2013),per non parlare della disastrosa gestione dell’Agenzia.E’ sorprendente infatti che il Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia, il 4 settembrescorso, abbia provveduto ad approvare il rinnovo triennale dell’incarico al Direttore, ossiaprima dell’ avvio dell’anno scolastico, mentre in maniera a dir poco dilettantesca icontratti del personale precario sono stati firmati quasi a fine mese di settembre, e cioèmolto oltre l’inizio delle lezioni e, per di più, retrodatandoli per coprire la “disattenzione”.Nessun dipendente della Provincia di Varese sa oggi dove sarà tra 3 anni, anziaddirittura fra tre mesi e quale compito gli sarà assegnato.Unica eccezione: la dott.ssa Prevedello, riconfermata per 3 anni in virtù del “buon lavorosvolto” e “ritenuto di dover garantire il buon funzionamento dell’Agenzia formativa in unmomento in cui si ridiscute l’assetto istituzionale ed economico dello stato” ! !

11 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi