Varese

Un imbarazzante pannello collocato all’assessorato di via Foresio

Il pannello all’assessorato Promozione turistica del Comune di Varese

Un cartello che è un vero pasticcio, pieno di errori e di strafalcioni. L’imbarazzante pannello si trova all’entrata dell’ufficio dell’Assessore Sergio Ghiringhelli, in via Foresio.

Come dice il capogruppo del Pd in Comune, Fabrizio Mirabelli, “sorgono spontanee alcune domande: ma all’Assessorato sanno contare? E scrivere? Questo piccolo episodio è indicativo dell’approssimazione e dell’inadeguatezza con cui si fa promozione turistica e marketing territoriale nella città turistica di Varese”.

Guardiamo al pannello: si legge che il marchio MV Agusta “rappresenta l’asse portante del made in Italy nel settore e che ed oggi raggruppa tre marchi di prestigio quali Mv Agusta e Cagiva”.

Ma non è finita qui: di Flaminio Bertoni, popolare designer della Citroen, è definito “disegnatore di autovetture della Due Cavalli alo Squalo”.  Si rimarca anche che è stato inaugurato “un museo proprio al designer“.

 

9 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Un imbarazzante pannello collocato all’assessorato di via Foresio

  1. Bruno Belli il 9 ottobre 2012, ore 16:33

    Veramente, a Varese, l’approssimazione e l’inadeguatezza non è limitata al modo di effettuare la cosiddetta “promozione turistica”, giacchè spazia in molti ambiti comunali e caratterizza tanto maggioranza quanto opposizione.

  2. Sandokan il 9 ottobre 2012, ore 16:36

    Il cartello è scritto in celtico padan tradatese ed è perfetto. Mirabelli conosce solo l’italiano.

  3. Filippo De Sanctis il 9 ottobre 2012, ore 17:04

    C’è chi sbaglia qualche parola e chi sbaglia qualche numero, e sui numeri forse ci si sbaglia da veri furbetti ( inutile citare “Batman” )

    E’ imbarazzante il politico ladro, poco attento, che lavora per se e non per la comunità. Non chi lavora seriamente e viene giudicato per due errori di battitura? stampa? comunque trascurabili, ma senz’altro da segnalare. Questi non credo davvero che possano generare imbarazzo. Possono essere corretti.

    Giusta la segnalazione, ma l’attacco forse no. Credo che il lavoro di un Assessore debba essere giudicato da altro.

    Saluti

    Filippo De Sanctis

  4. Gennaro Esposito il 9 ottobre 2012, ore 18:13

    … e come sempre cè qualcuno che minimizza invece è importante esagerare.
    metterei un altro cartello bello grade davanti al parcheggio auto del Comune:

    ” V’ ENITE AVANTI A D’ AGIO “

Rispondi