Varese

I fans veri protagonisti all’incontro con il rocker di Correggio

L’assalto finale dei fans per gli autografi

Un grande appuntamento popolare, quello di oggi con Luciano Ligabue al Premio Chiara. Vissuto con passione, con l’entusiasmo dei tifosi, con la voglia di esserci a tutti i costi. Si poteva entrare, alle Ville Ponti, solo con il biglietto. Eppure, ai due lati del cancello esterno, già un’ora prima dell’incontro si erano posizionati due gruppi di senza-biglietto, complice anche il bel pomeriggio di sole. Silenziosi, educati, i fans attendevano di potere vedere, anche per pochi secondi, il loro mito.

Nella Sala Napoleonica i presenti hanno lentamente preso posto. Sopra, un’altra sala era collegata con la sala sotto grazie ad uno schermo. Nella Sala Napoleonica più della metà delle file di poltrone erano state riservate alle autorità. Completamente assenti presidenti, sindaci e assessori lumbard, ancora a Venezia per difendere la Padania. Il pubblico vero e proprio, quasi tutti under 30, ma anche tanti under-20, era concentrato nel fondo della sala, tenuto d’occhio dalla sicurezza. Ma nulla quest’ultima ha potuto quando tanti sono saliti in piedi sulle poltrone, per immortalare l’ingresso del rocker.

Una sicurezza che ha avuto la mano pesante su fotografi e operatori dei media. Si sono visti addetti alla sicurezza che, ad un certo momento, hanno chiesto ai fotografi di non ”scattare” più (teniamo presente che non era in corso un concerto). Mentre la sicurezza non ha gestito al meglio la parte finale dell’incontro, con i fans che sono saliti sul palco per l’autografo.

Resta il fatto che alla fine i fans erano ovunque. Ai due lati della platea, nel corridoio centrale in fondo alla sala, sulle gradinate, nelle sale sopra e sotto, all’ingresso. Una partecipazione da grandi occasioni che ha insegnato una cosa: è possibile che la musica, la cultura possono richiamare un grande pubblico, fatto di giovani e giovanissimi. Un piccolo miracolo del Premio Chiara.

7 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi