Varese

Pd varesino in fibrillazione per primarie. Intanto partono Comitati Bersani

La presentazione delle iniziative in occasione del quinto compleanno del Pd

Primarie aperte e libere o primarie con tanto di paletti e registri? Il Pd si divide e fibrilla alla vigilia delle primarie che vedranno il segretario nazionale Pierluigi Bersani e il rottamatore Matteo Renzi, sindaco di Firenze. Uno scontro solo rimandato in attesa che l’Assemblea dei mille del Pd modifichi statuto e disegni le regole.

Un momento delicato anche a Varese. Un momento in cui la segreteria cittadina coglie l’occasione per rilanciare la Carta d’intenti del partito, che finora non sembra avere avuto grande eco. Il segretario provinciale Pd di Varese, Fabrizio Taricco, coglie al volo l’occasione del quinto compleanno del Pd, che cade il 14 ottobre, per inviare una lettera agli iscritti e per riparlare della Carta voluta dal segretario Bersani e che rispecchia il Pd bersaniano. In attesa di eventuali cambiamenti. “A distanza di cinque anni, pur tra difficoltà politiche ed economiche, il Pd si conferma il partito più importante del Paese”. Taricco non nasconde però qualche dubbio sulla opportunità e la tempistica di questa iniziativa. “Non sappiamo quale sarà il risultato delle primarie, potrebbe sembrare un’invasione di campo”, dice prudentemente Taricco. Ma al momento, continua il segretario provinciale Pd, “questa resta la posizione ad oggi del partito”.

Il segretario provinciale, affiancato dai membri della direzione provinciale Luca Radice, Carlo Manzoni e Luca Carignola, non nasconde qualche mal di pancia circa l’Assemblea dei mille e i cambiamenti statutari che è chiamata a fare. “Le primarie tra due protagonisti della vita del partito non sono un atto dovuto. Il nostro statuto – fino a quando non sarà cambiato – parla chiaro: il segretario del partito è il naturale candidato nelle primarie di coalizione”. Dunque, continua Taricco, “se le primarie ci saranno è solo per un atto di generosità da parte del segretario”. Come dice il segretario “ci possono essere dubbi sul fatto di cambiare le regole durante il percorso, e all’assemblea ci possono essere persone che non condividono il cambiamento”. Non solo: c’è anche il rischio che la scelta tra due esponenti del Pd possa sovrapporsi ed esautorare il momento congressuale, a cui è sempre stato riconosciuto il potere di fissare una leadership nel partito.

Intanto si apre la campagna elettorale per le primarie ufficialmente: lunedì 8 ottobre, presso il caffé Zamberletti in Corso Matteotti a Varese, saranno lanciati i Comitati per Bersani in provincia di Varese alla presenza di Alessandra Moretti, portavoce del Comitato nazionale per Bersani, un volto molto presente in programmi e dibattiti tv.

 

 

 

Cordiali saluti

 

6 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi