Varese

“Caso Zanzi”, il Sel Cordì chiede perchè sia stato licenziato

Giunge quanto mai opporrtuna e tempestiva, in un silenzio quasi assoluto delle opposizioni, l’interrogazione del consigliere comunale Sel, Rocco Cordì, sul “caso Zanzi”, il botanico-agronomo Daniele Zanzi (nella foto) che è stato frettolosamente dimissionato da Palazzo Estense. Un’interrogazione che cerca di fare chiarezza sul caso di un personaggio quanto mai competente, ex presidente della Commissione Paesaggio, ma anche severo critico di progetti controversi come quello del parcheggio che deve essere reaizzato sotto il bellissimo parco di Villa Augusta, uno dei progetti più sconcertanti varati dalla giunta Fontana.

Nella sua interrogazione, il Sel Cordì chiede all’Assessore all’Urbanistica e alla Giunta di sapere “se l’attività professionale di botanico/agronomo sia assimilabile a quello “di progettazione edilizia/urbanistica”. Nel caso di risposta affermativa si chiede allora per quale ragione il dott. Zanzi sia stato nominato membro della Commissione in contrasto con quanto previsto dall’ art 4 del richiamato Regolamento (il Regolamento costitutivo della Commissione Paesaggio, ndr.); in quali e quante occasioni dal 2008 fino ad oggi si è configurata una situazione di effettiva incompatibilità e se da parte dell’amministrazione vi siano stati eventuali richiami e/o interventi ufficiali per rimuovere le presunte anomalie; se il dott. Zanzi si sia regolarmente astenuto dal partecipare ai lavori della commissione in situazioni come quella prevista dalla seconda parte del già citato art. 4; per quale ragione la segnalazione del Dirigente dell’Area Gestione del Territorio (risalente al 2010) sia stata ignorata dalla Giunta per oltre due anni”.

Tra le richieste di Cordì c’è anche quella relativa ai ““sopravvenuti motivi” che hanno determinato la prima “richiesta di delucidazioni ufficiale” soltanto il 6 giugno scorso) o se, invece, la causa scatenante non debba invece essere collegata ai fatti accaduti un mese prima in Consiglio quando si discusse del Parcheggio multipiano di Villa Augusta e dunque alle posizioni critiche espresse dal dott. Zanzi come semplice cittadino su questo come su altri discutibilissimi progetti”.

 

 

5 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi