Varese

Open Day Polizia locale, Piatti: i vigili precari vanno riconfermati

Il lancio dell’Open Day in via Sempione

Presentato questa mattina al comando di via Sempione a Varese il primo Open Day della Polizia locale in programma sabato prossimo 6 ottobre. Un’iniziativa di carattere regionale che in città offrirà la possibilità di visitare il Comando di via Sempione, la Centrale operativa, il parco mezzi della Polizia locale. Come ha spiegato l’assessore comunale alla Polizia locale, Carlo Piatti, “vogliamo che la polizia locale si apra alla cittadinanza e che i cittadini si avvicinino alla polizia locale”. “Non siamo un esercito – ha sottolineato ancora Piatti -, ma lavoratori a servizio dei cittadini”.

Ha preso la parola il vicecomandante Lorenzo Ambrosetti per ricordare che “la Polizia locale è conosciuta solo per alcune incombenze, quella di dare multe, ma si dimentica una serie di altre importanti attività. E’ il caso delle attività nelle scuole di Varese portate avanti dal Nucleo educazione stradale, che si rivolge agli automobilisti del futuro, i bambini di oggi”.

Tanti gli strumenti educativi utilizzati dai vigili, tra i quali “Il Codice dei Piccoli”, che viene segnalato da Nicoletta Localzo, commissario aggiunto e responsabile Nucleo educazione stradale. Si tratta di un bel libro illustrato con domande e risposte, disegni da colorare, spiegazioni del Codice stradale. Un volume che viene regalato ad ogni alunno in occasione dell’incontro con la Polizia locale.

A conclusione dell’Opne day, l’assessore Piatti ha preso posizione sulla questione dei vigvili precari del Comune, una decina. “Vanno riconfermati – ha detto l’assessore alla Polizia  locale – per continuare a garantire il servizio della Polizia locale, oltre al buon andamento di questo Comando. Senza di loro ci sarebbero problemi, soprattutto perchè questi agenti precari hanno dimostrato di lavorare bene. Non possono essere lasciati a casa, soptrattutto in un momento in cui gli agenti devono garantire la sicurezza nell’ambito della chiusura delle strade per le partite di calcio, che da 10 agenti, oggi ne richiedono il doppio”.

 

3 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi