Una fila continua di visitatori nel Battistero restaurato

Una visita al Battistero nel pomeriggio

I restauri sono costati circa un milione di euro, ma l’antico Battistero di Varese è rinato. Centinaia e centinaia di varesini si sono recati oggi a visitare l’antico monumento in occasione delle Giornate europee del Patrimonio. Una lunghissima fila di curiosi, dalle prime ore del mattino fino a sera, è entrata nell’edficio che affonda le sue prime radici addirittura prima dell’anno Mille. Una visita resa davvero speciale dalle guide professionali che sono state mobilitate da San Vittore per illustrare la storia, le vicissitudini e i restauri che sono stati realizzati negli ultimi due anni.

Tanti si sono affacciati al Battistero di San Giovanni un po’ intimiditi dalla nuova immagine che il monumento dà ora di sè. Recuperati i lacerti di affreschi, ripulita e risistemata la pavimentazione, bellissimo il recupero del matroneo. I presenti guardano con attenzione, ascoltano le guide, sfiorano il prezioso fonte battesimale. Le guide si alternano, seguite da gruppi che seguono le spiegazioni anche seduti sulle panche. Un video scorre su un grande schermo.

Davvero un monumento di cui la città sta timidamente riprendendo possesso, dopo avere spiato, dal portone socchiuso, i lavori realizzati sui ponteggi che, come una ragnatela, coprivano l’interno del Battistero. Ora si attende il momento in cui i sacramenti verranno nuovamente celebrati nel monumento, battesimi e nozze, segno del fatto che il battistero è ritornato alla sua vita naturale.

1 ottobre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi