Malnate

“Puliamo il mondo”, ai Mulini di Gurone in campo i volontari

 

Puliamo il mondo a Malnate

Il mutare delle condizioni climatiche ha accompagnato la mattinata di pulizia intorno ai Mulini di Gurone promossa oggi, domenica 30 settembre, dai circoli Legambiente di Varese e Malnate e sostenuta dai Comuni di Varese Malnate e Gazzada Schianno.

Il cielo grigio ha accolto gli oltre trenta volontari che si sono trovati alle prese con vere e proprie discariche abusive in via Cervinia: da copertoni di automobili a rifiuti elettronici (come televisioni, telefonini, computer, lettori dvd), da bidoni di vernice a, perfino, una piscina gonfiabile ed un carrello della spesa. Il sole ha invece fatto la sua comparsa durante il momento conviviale che ha concluso l’iniziativa.

Un aperitivo con musica del gruppo “I pazzi del bosco” ha preceduto la presentazione del progetto di Parco Locale di Interesse Sovracomunale “Cintura Verde – Varese Sud” e delle iniziative per valorizzare e tutelare l’area.

Per Legambiente è stata l’occasione, oltre che per aggiornare sugli sviluppi del progetto di recupero di una porzione dell’antico edificio dei Mulini, per chiedere soluzioni strutturali che impediscano il continuo abbandono dei rifiuti nella zona.

All’iniziativa hanno partecipato, per il Comune di Malnate, il Sindaco Samuele Astuti, l’assessore ad urbanistica e ambiente Giuseppe Riggi ed il consigliere Paolo Albrigi, per il Comune di Varese l’assessore all’ambiente Stefano Clerici ed i dirigenti Marinoni e Cardani, per il Comune di Gazzada Schianno un rappresentante della Giunta e una squadra della Protezione Civile.

L’iniziativa di questa mattina ai Mulini di Gurone è stata promossa nell’ambito di “Puliamo il Fiume”, il programma di appuntamenti che Legambiente e i Contratti di Fiume hanno organizzato in tutta la Lombardia, in occasione della campagna Puliamo il Mondo, per porre l’attenzione sulla necessità di tutelare i corsi d’acqua (come l’Olona) e i territorio da essi attraversati.

 

30 settembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi