Varese

Galli: se accorpata, chiederò per Varese la Provincia Autonoma

Il presidente della Provincia, Dario Galli

Dura la reazione del Presidente della Provincia di Varese e Vicepresidente Upi Dario Galli in merito alla proposta del Cal (Consiglio delle Aut0onomie Locali) di accorpare Varese con Como, Lecco e Monza, riportata dal “Corriere della Sera”, cronaca di Milano e illustrata da Guido Podestà, presidente di Palazzo Insimbardi.

“La realtà spesso supera la fantasia – dice Galli – e anche in questo caso dal Cal è uscita una proposta semplicemente irricevibile”. Continua il presidente di Villa Recalcati: “L’accorpamento di Varese, Como, Lecco e Monza dà origine a un insieme di oltre 2 milioni e mezzo di abitanti e ciò significa creare una realtà più popolosa di 11 regioni italiane su 20. Evidentemente non si ha idea delle funzioni di una Provincia e neppure del fatto che un’aggregazione così grande, oltretutto di secondo livello e quindi senza elezione diretta di Presidente e Consiglio, diventerebbe del tutto inutile”.

Insiste Galli: “Rilevo con imbarazzo la mancanza di coraggio da parte del Cal e sottolineo ancora una volta l’assurdità di questa legge. Cominciamo davvero a sentirci soli nella battaglia a difesa della nostra provincia. Non posso inoltre evidenziare l’incoerenza di forze politiche, che a livello territoriale dicono cose diverse rispetto a quanto vanno sostenendo nei piani superiori. Continuo a credere che questa proposta assurda non possa veramente essere realizzata. In quell’improbabile caso, comunque, ci attiveremo immediatamente per richiedere lo Statuto di Provincia Autonoma, vista la contiguità con lo Stato Federale elvetico e le particolari caratteristiche territoriali”.

 

 

26 settembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi