Varese

Con Rondoni l’amore diventa poesia in piazza San Vittore

 

Il poeta Davide Rondoni legge poesie davanti alla basilica di San Vittore

Come la poesia può parlare d’amore? Un interrogativo importante, al quale ha risposto ieri sera, con un bel reading in piazza San Vittore, il poeta Davide Rondoni, che ha proposto una serie di autori che con i versi hanno affrontato l’amore. L’appuntamento, dal titolo “L’amore muove. Poesia e danza in piazza”, organizzato dal Centro culturale Massimiliano Kolbe in collaborazione con il Comune di Varese, ha visto le letture di Rondoni accompagnate da passi di danza e spesso da una musica di sottofondo.

Un reading che, sfidando il freddo e un camion Aspem che raccoglie immondizia, ha chiarito che alla base dei versi proposti nella piazza c’è un concetto di amore ben preciso: “L’amore è una forza, non un sentimento. L’amore è grande, ingiusto – ha detto Rondoni -, ci trascina e non lo possediamo mai”.

A dare corpo a questo significato una galleria di grandi poeti, dal Cantico dei Cantici a Jacopone da Todi, fino ai moderni Baudelaire e Neruda. Ma cuore dello spettacolo la Divina Commedia di Dante Alighieri, che dell’amore come forza è un esempio folgorante. Della Commedia dantesca Rondoni ha letto la preghiera alla Vergine del Paradiso. E ha concluso leggendo una paio di sue composizioni, che con linguaggio poetico hanno parlato d’amore.

22 settembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi