Sport

Green Pistons, a Cassano trionfa l’off road

Da sinistra, Candiani, De Luca, Colombo e l'assessore De Bernardi Martignoni

Tutto è pronto per la popolare cavalcata di moto enduro, di scena sabato 15 (punzonature, consegna numeri gara) e domenica 16 settembre (competizione, due prove spettacolo) con epicentro a Cassano Magnago. I giochi sono fatti per 300 partecipanti e gli organizzatori di Green Pistons stanno studiando gli ultimi dettagli di un evento entrato nella tradizione del Varesotto, terra di motori.

Migliaia di appassionati attendono l’evento motociclistico dell’anno di una specialità amata nel Varesotto, legata all’industria locale dei motori e ai tanti team che promuovono la crescita dei giovani che praticano lo sport delle ruote artigliate. “Sarà una grande domenica di sport in tutta la provincia di Varese – ha dichiarato Giuseppe De Bernardi Martignoni, assessore allo Sport della Provincia di Varese –. A Cassano rombano i motori e la passione per le moto, grazie a questo importante appuntamento e nelle terra che vanta tradizione e aziende che hanno contribuito in maniera significativa a scrivere la storia della motocicletta. Il Green Pistons, che ormai ha bisogno di poche presentazione, è una gara speciale, amata dagli appassionati, ma anche da chi l’enduro si limita a guardarlo lungo il tracciato”.

Obiettivo del Motoclub Green Pistons è confermare la tradizione, divertire i 300 piloti che fanno la fila per partecipare (da operai ad impiegati, da direttori di banca ad imprenditori ed un nutrito gruppo di ragazze, ospiti gratuite dell’evento) e, come sempre, rispettare il territorio e gli accordi con gli Enti locali, svolgendo nelle giornate del dopo-evento un’attenta pulizia dei boschi e delle strade interpoderali, asportando rifiuti non certo frutto dell’evento (lavatrici, rottami, lavandini, detriti, ecc.).

La cavalcata moto enduro Green Pistons – Trofeo ProGrip è di scena nel weekend 15 – 16 settembre 2012: sabato consegna pettorali e punzonature nell’area feste di via 1° maggio a Cassano Magnago. Dalle ore 9.30 di domenica 16 settembre 300 piloti dilettanti e una ventina di VIP professionisti percorreranno due giri di un anello di 50 km. sorvegliato palmo a palmo tra Cassano Magnago, Cavaria, Gallarate, Besnate, Mornago, Sumirago, Jerago con Orago, Albizzate, Caronno Varesino, Solbiate Arno, Oggiona Santo Stefano e Cairate per far ritorno a Cassano. Il percorso della cavalcata è di 50 km. monitorato da 200 volontari che collaborano con Guardia Forestale, Guardiaparco, Polizia, Carabinieri, Polizia locale dei Comuni attraversati. Due le prove estreme d’abilità nelle quali si concentrano migliaia di spettatori: una a Cassano Magnago in località Sant’Anna, di fronte a Masera-Tigros; l’altra al pioppeto tra Caronno Varesino e Valdarno d’Albizzate, a poca distanza dall’autostrada A8.

Il segreto del successo dell’evento risiede nell’eterogeneità dei partecipanti: accanto a 300 praticanti della moto offroad, gareggiano una ventina di professionisti. L’albo d’oro dal 2000 ad oggi è di caratura internazionale: Mika Ahola, Antoine Meo, Alex Botturi, Stefan Merriman, Roby Catalano, Alex Belometti, Paul Whibley.

Tra le squadre, di spicco la presenza del team varesino, CH Racing, ufficiale Husqvarna, protagonista del Mondiale Enduro. Ben rappresentata la pattuglia dei piloti locali, capitanata da Andrea Di Luca e da Alessandro Corradin, protagonisti del Campionato Italiano Enduro. In gara le moto d’epoca e le pilotesse più abili del panorama nazionale.

Gli organizzatori Dario Colombo e Mario Giani di Cassano Magnago precisano: “Siamo entusiasti d’aver creato un circolo virtuoso con Enti locali, gruppi di volontariato e di tutela del territorio provinciale e tanti motoclub ed appassionati con il fuoristrada nel cuore. Un ringraziamento particolare alla Provincia di Varese – assessorato allo Sport per l’opera di patrocinio e sostegno di un evento tanto legato alla nostra tradizione motoristica e che tanto piace agli appassionati”.

 

12 settembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi