Varese

Gazzada e Val Bossa, guerra contro le merci contraffatte

Il prefetto Giorgio Zanzi

Analisi della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio del Comune di Gazzada Schianno e dei Comuni della “Val Bossa”, in gran parte di notevole pregio paesaggistico e dunque a vocazione residenziale. Questo è stato l’argomento della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si è tenuto in mattinata presso la Prefettura di Varese.

All’incontro, presieduto dal Prefetto Giorgio Zanzi, a cui hanno partecipato i vertici delle Forze di Polizia territoriali e sono stati invitati i sindaci dei Comuni di Azzate, Buguggiate, Gazzada Schianno, Brunello, Daverio, Bodio Lomnago, Crosio della Valle e Galliate Lombardo.

Nel corso della riunione è stato evidenziato che l’andamento dei reati nei Comuni interessati non ha subito particolari variazioni rispetto allo scorso anno, anche con riferimento a quelli che influenzano particolarmente il senso di sicurezza della cittadinanza come i furti in abitazione.

Inoltre, al fine di migliorare ulteriormente le sinergie operative con le Polizie Locali dell’Arma dei Carabinieri, sono state anche delineate possibili ulteriori forme di interscambio informativo, il cui affinamento può rivelarsi utile per accrescere l’efficacia dell’attività di controllo del territorio.

L’interscambio riguarderà anche aspetti concernenti il contrasto alle pratiche economiche illegali in genere, compreso il commercio di beni contraffatti, da realizzarsi secondo logiche collaborative da implementare anche con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza.

La riunione si inquadra nell’ambito di analoghe iniziative di confronto con gli Amministratori locali sulle problematiche di comune interesse già svoltesi in precedenza e in programma nei prossimi mesi, con le quali si intende potenziare le strategie operative ritenute opportune per accrescere il livello di sicurezza generale del territorio provinciale.

 

12 settembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi