Casale Litta

Casale Litta, lo street festival che ricicla e fa arte

La presentazione della kermesse in Provincia

Una due giorni dedicata al riuso e al riciclo in una cornice di arte e musica proposte dai più giovani. S’avvicina la prima edizione di “Stra de Casàa”, lo street festival che sabato 8 e domenica 9 settembre si terrà nel Comune di Casale Litta.

Un appuntamento capace di intrecciare attenzione all’ambiente e cultura, riduzione della produzione di rifiuti e divertimento. Come ha sottolineato oggi Luca Marsico, vicepresidente e assessore all’Ambiente della Provincia di Varese, “la manifestazione ci propone un connubio virtuoso tra istituzioni e un’associazione di giovani, un insieme di soggetti che contribuiscono a raggiungere il 65% della raccolta differenziata e il 3% di abbattimento al momento della produzione di rifiuti”.

Lo street festival si avvale del “know-how”, in tema di riciclo, di Modus Riciclandi, Re Mida e AltreMenti, che sui temi della manifestazioni sono presenti al Chiostro di Voltorre.

“Un’occasione, la nostra festa – dice l’assessore alle Politiche giovanili di Casale, Giuseppe D’Aquaro – per offrire alternative alla fuga dei giovani verso Milano per andarsi a divertire. Ma anche un appuntamento che dà un’opportunità per crescere. In un weekend in cui Casale vuole diventare  baricentro di cultura giovanile e sensibilizzazione ambientale”.

Ad Alessandra Maffioli, segretaria dell’associazione giovanile che organizza la kermesse, dal nome “Màat  de Casàa”, il compito di proporre alcuni momenti della festa. La due giorni si aprirà sabato 8 settembre, alle 18, con un skate contest e un gustoso aperitivo, con esibizioni dal vivo dei Monkey Scream, Chiara Acustic Rock Band e Lost’nFound.

Il giorno dopo, domenica 9 settembre, dopo il pranzo con accompagnamento musicale  dei Sicks, spettacolo in strada: tutti i presenti, grandi e piccoli, giovani e non più giovani, con materiale di riciclo e con i loro stessi corpi, daranno vita a grandi strumenti musicali. Un maxi-laboratorio che verrà diretto da Alessandro Guerriero, presidente del Naba di Milano. Non solo: un gruppo di writers decorerà mezzi agricoli in disuso. Aperitivo e cena con contorno di note: prima i Lost’nFound e poi, in chiusura, due cover band del mitico Van De Sfroos, i Giò De Sfàa e i Fiò de la Serva.

3 settembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi