Cassano Valcuvia

Impressioni cosmiche di Bardelli alla Linea Cadorna

La Celtic Harp Orchestra

Sabato 1 settembre alle ore 18, presso il Centro Documentale della Linea Cadorna di Cassano Valcuvia, verrà inaugurata la mostra “Impressioni cosmiche”, Sandro Bardelli, le carte di riso. Il vernissage sarà accompagnato dall’arpa del maestro Fabius Constable e di Maria Assunta Romeo con la voce di Daniele Sala a raccontare il “cosmo” e “la guerra” nelle opere di Bardelli.

Il quarto momento espositivo del progetto “Il viaggio e l’arte” vedrà l’ inaugurazione della mostra di Sandro Bardelli, le carte di riso, che si realizza grazie alla collaborazione del Comune di Cassano Valcuvia e l’Associazione Culturale Attivamente di Casalzuigno. Una mostra in cui vengono presentate le opere astratte relative agli anni 2003 – 2012 che sono state realizzate su carta di riso e che, coerentemente con il tema del “viaggio” quale filo conduttore di tutto il progetto, raccontano di un viaggio.

Un viaggio molto speciale, quasi primordiale ma sempre vivo e sempre attuale: un viaggio nel cosmo, nella natura, nelle mille domande che l’uomo già si poneva 2000 anni fa con il poeta latino Lucrezio e che ancora oggi sente parte della sua vita, della sua ricerca, dei suoi misteri ancora sconosciuti, delle sue domande rimaste ancora senza risposte. E poi, il viaggio che Bardelli presenta al Centro Documentale della Linea Cadorna, termina con un’ opera omaggio al luogo che ospita la mostra, una finestra sulla storia quale simbolico ammonimento per l’ uomo, per la società che, nel suo spasmodico viaggio verso la scoperta dell’ impossibile, dimentica proprio l’ universo umano, il cosmo e la natura, beni insostituibili che paradossalmente sta distruggendo con le guerre, l’inquinamento e la violenza.

L’allestimento della mostra prevede il supporto di brani e testi che, in esposizione accanto alle opere di Bardelli, renderanno più che mai attuale il “pensiero cosmico e filosofico” di grandi pensatori, filosofi, poeti e scienziati che spesso hanno anche pagato con la vita il loro credo. L’inaugurazione proporrà inoltre “…Nell’ Universo”, concerto “live” a dare voce al cosmo, all’ universo, alla natura, alla guerra mai dimenticata ed il concerto sarà impreziosito dalla lettura di brevi ma significativi brani letterari a cura dell’ attore milanese Daniele Sala.

Prezioso e di grande prestigio si ricostituisce, per questa occasione raffinata e singolare, il legame tra pittura e musica; in scena il feeling nato fin da subito tra Bardelli e le sue opere con il maestro Constable e la sua straordinaria musica. Emozioni, fascino, grande intesa e grande dialogo tra le due arti che regaleranno le loro vibrazioni, i loro magnetismi, nelle sale del Centro Documentale della Linea Cadorna, dove la storia si respira e dove il minimalismo e l’ essenzialità del luogo, affascinano ed emozionano, lasciando spazio alla voce del cuore, dell’ anima e della mente per regalare a ciascuno la libertà di emozionarsi. La voce di uno strumento antico a raccontare inquietudini sempre attuali, a diventare ambasciatrice del racconto cosmico delle opere esposte, a diventare ricercata e sensibile voce per parlare all’uomo ed al suo cuore; la voce umana a raccontare di cosmo e di guerra per non farci dimenticare la nostra fragilità. Ritorna in scena quindi, dopo lo straordinario successo dell’8 luglio al Museo Salvini, la raffinata perfezione di questo momento d’arte nata dall’ incontro di questi due artisti che fin da subito, con poche parole ma con la forza della loro arte, hanno scoperto di parlare lo stesso linguaggio.

La presenza prestigiosa del maestro Fabius Constable, coinvolgendo il pubblico con la sua genialità musicale e compositiva, renderà questo mosaico artistico più prezioso che mai e le opere di Bardelli parleranno non solo con il colore ma anche attraverso la musica. Fabius Constable è un musicista straordinario che ha cominciato a studiare musica fin dall’età di 4 anni e che ha tenuto il suo primo concerto a soli 7 anni.Ha suonato in tutto il mondo e con artisti di fama mondiale. Dopo la musica classica si è dedicato alla musica folk, tradizionale e minimale, unendole in uno stile del tutto peculiare e di grande impatto emotivo. E’ compositore di grande sensibilità, si è esibito in tutto il mondo con i più grandi nomi del panorama musicale ed è direttore della straordinaria Celtic Harp Orchestra da lui fondata nel 2002. La Celtic Harp Orchestra è una formazione composta prevalentemente da arpe tradizionali, o celtiche, come sono comunemente note, a cui si affiancano altri strumenti quali violoncello, violino, flauti, fisarmonica, chitarra, basso, batteria, voce soprano e coro. A formazione completa, nell’organico suonano 16 arpisti, di cui 12 sono donne. Per comprendere il calibro e lo spessore musicale del protagonista di questo Concerto basti sapere che Constable è stato recentemente impegnato, a Castagneto Carducci, lo scorso 18 agosto, in un concerto con Andrea Bocelli.

La mostra resterà aperta fino al 30 settembre e sarà visitabile nei seguenti orari: giovedì e venerdì dalle 16 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; durante tutta la settimana visite per gruppi (scuole ed adulti) su prenotazione (0332 618 008 – 349 55 03 906).

INFOS: Assoc. Culturale Attivamente Tel 0332 618 008 – Mob. 349 55 03 906 E-mail: segreteria.attivamente@gmail.com

Per saperne di più: www.sandrobardelli.it

www.arpaceltica.com

www.constable.it

www.myspace.com/fabiuscwww.myspace.com/celticharporchestrahttp://attivamente-valcuvia-va.blogspot.com

 

 

25 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi