Rimini

Meeting, Expo 2015 occasione per lotta agli sprechi

Interessante confronto oggi al Meeting di Cl a Rimini sulla questione dell’alimentazione e degli sprechi, denunciati dal rapporto dell’associazione ambientalista americana National Research Defense Council relativa all’enorme quantità di cibo sprecata dagli americani. Si parla del 40% di spreco, per un valore di 165 miliardi di dollari all’anno, con un aumento del 50% dal 1970 ad oggi.

Ad un giorno dalla conclusione della manifestazione, tavolo ricco di presenze autorevoli per dibattere di questo tema: attorno al tavolo Ertharin Cousin, Direttore Esecutivo del WFP, Staffan de Mistura, Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri, José Graziano da Silva, Direttore Generale della FAO, Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 e Alberto Piatti, Segretario Generale della Fondazione AVSI.

Interviene il Commissario Generale Expo 2015, Roberto Formigoni. “Questi dati confermano la correttezza della nostra intuizione su questo tema: nel documento strategico, tra le varie proposte da sottoporre all’approvazione dei Paesi, prevediamo infatti un codice etico contro gli sprechi nella filiera alimentare, che sono legati non solo ai comportamenti dei cittadini, ma anche al miglioramento delle tecnologie nell’intera filiera della produzione e distribuzione del cibo”.

Continua Formigoni: “Chiameremo a raccolta oltre ai governi, all’industria agroalimentare e al mondo della ricerca, anche il sistema del volontariato che già oggi svolge importanti iniziative, come quella dei banchi alimentari in varie parti del mondo. Lavoreremo su questo e altri temi a conferma che Expo 2015 sarà una grande opportunità di confronto planetario, ma anche l’occasione per chiamare tutti ad un maggiore livello di responsabilità e combattere insieme la guerra alla fame del mondo”.

24 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi