Varese

Ex Caserma Garibaldi, può essere il Giardino della città

La ex Caserma Garibaldi

Da tempo la ex Caserma Garibaldi attende un intervento di riqualficazione. Da anni simbolo di degrado nella città di Varese, prossima al centro, resta un brutto biglietto da visita della città giardino per chiunque giunga da fuori. Un super-progetto dovrebbe intervenire su tutta piazza Repubblica, un progetto che include anche un intervento sulla ex Caserma, che dovrebbe servire per il nuovo teatro di Varese. Ma di questo non si parla più da tempo. Ora una lettera scritta da Dino Azzalin, medico, editore e poeta, avanza una proposta. La pubblichiamo con piacere:

Gentile redazione,
in piazza Repubblica ci vivo, nel senso che ci lavoro da quasi vent’anni, e devo dire che mai come in questo momento vedo quanto sia peggiorato l’impatto con la “Città Giardino”guardando ogni giorno la ex Caserma Garibaldi.
Il degrado è da “quarto mondo”, e non mi si tiri in ballo la storia degli extracomunitari che sono l’ultimo anello debole di una catena ancora più fragile. Da cittadino e da uomo di cultura ritengo tutto questo è davvero insopportabile.
Non è l’unico caso, certo, ma forse questo è il più eclatante, essendo all’ingresso della città. Il momento di crisi impone scelte sobrie, sono d’accordo, che aldilà dei vincoli della sovraintendenza facilmente superabili dalla pericolosità dell’immobile, propongo un allargamento della piazza Repubblica radendo al suolo l’obbrobrio esistente e facendo nascere al suo posto un grande giardino botanico fiorito d’inverno e d’estate, “Il Giardino della Città”.
Un nome-paradigma, con piante e fiori di ogni parte del mondo e compatibili con i nostri climi, questo sarebbe un omaggio all’unico vero biglietto da visita che ha contraddistinto per più di due secoli Varese come “Città Giardino”.
Sarebbe un esempio che tutti i Comuni dovrebbero seguire e in controtendenza alle odiose projet financing, che sul territorio varesino hanno prodotto solo speculazioni edilizie inqualificabili. Una proposta, questa, non una provocazione, e la più bella, la meno costosa, la più varesina.
Dino Azzalin

20 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Ex Caserma Garibaldi, può essere il Giardino della città

  1. cittadinosuperpartes il 20 agosto 2012, ore 20:57

    Magnifica idea da sposare in forze da parte di tutta la cittadinanza varesina, e da prendere come esempio in varie localita’ non solo del varesotto

    Complimenti Dott Azzalin

  2. Sergio ghiringhelli il 21 agosto 2012, ore 08:54

    Raramente mi capita di aver voglia di prender parte alle discussioni che sul webb si
    Sviluppano. Ma questa volta davvero , non mi sento di sottrarmi , data l” importanza e anche l”intelligenza nella sua semplicità” che la proposta pone alla ns attenzione. E” vero , piazza Repubblica vive , o meglio muore da anni , simbolo non solo di un degrado ambientale , ma della crisi stessa in cui il nostro modo di vivere ci ha confinato. Simbolo , di una societa’ senza anima , perché” senza quella cultura , che e” l”essenza stessa di qualsivoglia modello sociale. Certo, sarà” facile dire ma , lei che ha amministrato questa citta” per 20 anni dove era? E ancor più” facile strumentalizzare questo mio intervento , come quasi sempre vien fatto, in particolar modo da coloro che , nulla fanno e aspettano solo le iniziative di altri per distruggere. Ma , se chi ha amministrato come il sottoscritto puo’ aver colpe sulllo stato di quei luoghi si deve anche sapere che , spesso la burocrazia , la non voglia , il potere di fermare tutto e tutti sono i veri , grandi colpevoli di situazione come quella di piazzaRepubblica , che pullulano nel ns paese. E allora ben venga la provocazione del dott. Azzalin , ben venga il contributi di tutti coloro che , hanno veramente a cuore Varese citta” ” bella e verde , nonostante piazza Repubblica . Ben venga anche la critica , se ha l”intento di costruire , come mi pare di capire . Io credo che , questa piazza , ora non più” riconosciuta dai varesini , possa essere davvero il simbolo di una rinascita che , deve pero” passare prima dai nostri cuori e dalla coscienza di chi , vuole dare il proprio contributo. Per questo grazie dott. Azzalin , io ci sono , lei credi anche , ma sono convinto molti altri .

  3. Enzo Cantoni il 21 agosto 2012, ore 11:24

    Sono in parte d’accordo con Dino, i giardini a tema sono il segno di un nuovo e civile sviluppo urbano, ma preferisco quelli produttivi che avvicinano i cittadini alla campagna e al concetto di alimentazione sostenibile.
    Ma non dimentichiamo che il teatro va fatto e va affrontato il problema della caserma senza becere manie di conservazione e dal mio punto di vista è fondamentale non perdere l’occasione di vedere una grande opera architettonica simbolica. Le procedure (project financing) sono solo dettagli, quello che serve è un grande concorso di idee per il teatro e per il giardino, ma…….

  4. Daniela Beolchi il 22 agosto 2012, ore 15:07

    Ottima l’idea di un “ Giardino della città” !!! Ci vorrebbe una raccolta di firme, o qualcosa del genere per sostenerla…

    Ciao e buona estate

    Daniela Beolchi

  5. FULVIO il 22 agosto 2012, ore 21:03

    LA QUESTIONE POSTA DA AZZALIN E’ UNA DELLE TANTE AREE CHE DA 30 E PIU’ ANNI SONO IN STATO DI ABBANDONO ,PER ESEMPIO , ,A 2 PASSI DALLA CASERMA ,IN VIA MEDAGLIE D’ORO , C’E’ UNA VILLA ,PENSO CHE SIA VILLA DANDOLO, DAVANTI A DIVANI E DIVANI ,; E’ IN UNO STATO PIETOSO ; MI DOMANDO QUAL’E’ IL VANTAGGIO PER LA PROPRIETA ‘ DI AVERE UN IMMOBILE COSI ‘. QUI IL COMUNE DEVE ,CON TUTTI GLI STRUMENTI COERCITIVI CHE PUO’ METTERE IN CAMPO , FAR RIQUALIFICARE L’AREA ! .
    TORNANDO ALLA CASERMA ,QUI BISOGNA CHIEDERE AL SINDACO, A CHE PUNTO E’ QUEL PROGETTO CON QUELLA SOCIETA’ IMMOBILIARE PER AVERE IL TEATRO A VARESE . IL SINDACO , CON PAROLE UFFICIALI ,DICA A CHE PUNTO E’ LO STATO DELL’ARTE ,DOBBIAMO SAPERE PERCHE’ SI E’ COMPRATO UN IMMOBILE PER 2.500.000 DI EURO DAL DEMANIO ED E’ LI’ A MARCIRE ..
    L’IDEA DI AZZALIN DEL VERDE ,DEI FIORI NON MI PARE PRATICABILE ,PENSO CHE L’ENNESIMO GIARDINO A SIA TROPPO , VARESE PUO’ DARE LEZIONE A TANTE REALTA ‘ URBANE PER PARCHI E GIARDINI ; NOI ABBIAMO BISOGNO DI PROGETTI CHE ABBIANO LE GAMBE PER CAMMINARE RISANANDO DOVE C’E ABBANDONO E RIPORTARE
    PEZZI DI CITTA’ AL “BELLO” , COMBATTENDO LA SCIATTERIA ,IL DEGRADO , ANCHE SE ELETTORALMENTE PUO’ ESSERE SCONVENIENTE , FUORI GLI ATTRIBUTI. !!!

Rispondi