Rimini

Al Meeting il premier Monti parla dei giovani

Il Meeting di Rimini

Testimoniare che si può essere veri uomini in qualsiasi circostanza. Questa è la sfida della XXXIII edizione del Meeting per l’Amicizia fra i popoli che si terrà a Rimini a partire dal 19 agosto e fino al 25 agosto, presso Rimini Fiera, con il titolo “La natura dell’uomo è rapporto con l’infinito”. Disse don Giussani agli universitari nel 1990: “In tutte le circostanze e contingenze della vita, del mondo, della storia, quello che conta, ciò da cui sempre si può partire, ciò che sostiene la novità, il creativo, ha un luogo che si chiama persona: è il soggetto, che si chiama io […]. Quanto più i tempi sono duri, tanto più è il soggetto che conta, è la persona che conta”.

La XXXIII edizione del Meeting vuole essere per ciascuno l’occasione per incontrare persone ed esperienze capaci di risuscitare il desiderio e la consapevolezza del proprio rapporto con l’infinito. In programma come ogni anno oltre 100 convegni, 10 mostre, 21 spettacoli, 10 proiezioni cinematografiche e le manifestazioni sportive 6 esterne e 15 interne. Tra gli incontri vi segnaliamo in particolare i reportage “Storie dal mondo”, curati da Roberto Fontolan e Gian Micalessin e i “Caffè con” dedicati ai giovani. Ospiti e visitatori provenienti da tutto il mondo, quasi 4000 i volontari che costruiranno e lavoreranno al Meeting durante i sette giorni della manifestazione.

Sul fronte delle mostre, sarà uno dei capolavori della pittura italiana del Quattrocento, il Cristo morto con quattro angeli di Giovanni Bellini, il grande pittore col quale inizia il Rinascimento dell’arte a Venezia, al centro della mostra che aprirà il 19 agosto presso i Musei comunali di Rimini e resterò aperto fino al 4 novembre. Nell’esposizione, promossa insieme al Comune di Rimini, il dipinto sarà a confronto con altre opere del Quattrocento: il Cristo e angeli di Marco Zoppo, cui si aggiungerà dello stesso pittore il San Giovanni decollato, entrambi nel Museo Civico di Pesaro; il Cristo in pietà e angeli, rilievo in cartapesta del Museo di Faenza; la tavola del bolognese Francesco Francia della Pinacoteca Nazionale di Bologna Cristo morto e angeli; la splendida medaglia di bronzo con Cristo morto, due angeli e la croce di Matteo de’ Pasti.

Nove invece saranno le mostre allestite all’interno dei padiglioni fieristici con temi quali: i giovani e la crescita, Jérôme Lejeune e la genetica odierna, Fëdor Dostoevskij, il rock, il Bicentenario dell’America Latina, il centenario dell’indipendenza dell’Albania, le immagini scattate dall’astronauta Paolo Nespoli, la Fabbrica del Duomo di Milano e la montagna sacra del buddhismo Shingon, il monte Koya.

Ad inaugurare il cartellone degli spettacoli del Meeting sarà “The Villager’s Opera” di Caracalla Dance Theatre, compagnia libanese tra le più importanti del mondo arabo, definita “il re del mondo teatrale musicale nel Medio Oriente”. Oltre che dal Libano, artisti provenienti dalla Spagna e dalla Russia e nomi italiani come Paolo Jannacci.

L’incontro inaugurale vedrà la presenza del Presidente del Consiglio Mario Monti sul tema “I giovani per la crescita”, titolo di una delle mostre del Meeting, realizzata dalla Fondazione per la Sussidiarietà. La mostra pone la questione dei giovani, del loro percorso sociale e personale, che è quello in cui un popolo dimostra la capacità di progettare il suo futuro. Parteciperanno all’incontro con il Presidente del Consiglio, il Presidente del Meeting Emilia Guarnieri e il Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà Giorgio Vittadini.

Uno dei momenti centrali del Meeting sarà il convegno dal titolo “Homo Religiosus”, poiché l’uomo, come documentano gli studi di antropologia religiosa del Cardinale Julien Ries, fin dallo sbocciare della sua umanità è sensibile al sacro e possiede una dimensione spirituale. Di questo parleranno il Cardinale Ries e il Monaco buddhista Shodo Habukawa, Abate del Tempio Muryoko-in. Il titolo del Meeting sarà al centro della relazione del Rettore dell’Università San Dámaso di Madrid Javier Prades López. Racconterà la sua esperienza umana e professionale nello spazio, nell’incontro dal titolo “Guardando la terra… dalle stelle”, l’Astronauta Paolo Nespoli introdotto dall’Astrofisico Marco Bersanelli.

Libertà, desiderio e politica saranno i temi su cui si confronteranno due personaggi d’eccezione: la già Ambasciatrice presso la Santa Sede e Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali Mary Ann Glendon e il Professore egiziano e Fondatore del Meeting Cairo Wael Farouq. A tema invece la politica internazionale e la libertà religiosa con il Presidente dell’assemblea generale dell’ONU Nassir Abdulaziz Al-Nasser, il Cardinale Jean Louis Tauran e il Ministro degli Esteri Italiano Giulio Terzi di Sant’Agata.

Tra gli incontri l’Europa e il suo futuro con il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, il Capo Delegazione del PdL al Parlamento Europeo Mario Mauro e Luís Miguel Poiares Maduro, Giurista all’European University Institute.

La questione della democrazia e della libertà dei popoli, anche alla luce della primavera araba, con Tahani Al Gebali, Vice Presidente della Corte Costituzionale Suprema egiziana e Presidente del Cairo Meeting, Jason Kenney, Ministro Federale Canadese dell’Immigrazione e Multiculturalismo, S.Ecc. Mons. Silvano Maria Tomasi, Osservatore permanente della Santa Sede per le Nazioni Unite a Ginevra.

La libertà religiosa sarà al centro dell’incontro con l’Arcivescovo di Nuova Giustiniana e di tutta Cipro S.B. Chrysostomos II, il Presidente dell’Università di Al Azhar Usama Elabd, il Presidente della Fondazione Alcide de Gasperi Franco Frattini e Salman Shaikh, Director of the Brookings Doha Center and Fellow at the Saban Center for Middle East Policy. Un dibattito urgente e che riguarda tutto il mondo è quello del rapporto tra islam e occidente, oggi. Di questo parleranno Wael Farouq, Vice Presidente del Meeting Cairo, Abdel-Fattah Hassan, Professore di Letteratura Italiana alla Ain Shams University del Cairo e Robert Reilly, Politologo cattolico americano, già Direttore di “Voice of America” e Senior Fellow for Strategic Communication at the American Foreign Policy Council.

Felicità ed educazione, le esigenze dell’uomo saranno i temi di alcuni incontri con personaggi che racconteranno la loro vita per documentare l’esigenza dell’uomo di felicità e il suo bisogno di essere educato. Il primo di questi sarà Izzeldin Abuelaish, “il Medico di Gaza”, palestinese musulmano che ha lottato e lotta per un rapporto pacifico tra palestinesi e israeliani. Con esperienze che riguardano la vita dell’uomo interverranno Orlando Carter Snead, Direttore del Center for Ethics and Culture della Notredame University e Elvira Parravicini, Neonatologa, Fondatrice del primo hospice neonatale a New York presso la Columbia University. Sul tema dell’educazione due esperienze italiane, quella di Franco Moscone, Preposito Generale dell’Ordine dei Chierici Regolari Somaschi e Carlo Wolfsgruber, Rettore dell’Istituto San Tommaso Moro di Milano.

A confrontarsi sulla bellezza e la cultura sono stati invitati Cristina Acidini, Sovrintendente del Polo Museale di Firenze, il vescovo di San Marino Montefeltro Luigi Negri e il Ministro per i Beni e le Attività Culturali‎ Lorenzo Ornaghi. l 2013 sarà l’anno dell’anniversario dell’editto di Milano e il Meeting per quest’anno propone un incontro con Francesco Braschi, Dottore incaricato della Biblioteca Ambrosiana, Giorgio Feliciani, Docente di Diritto canonico all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Giovanni Maria Vian, Direttore de L’Osservatore Romano, Alfredo Valvo, Docente di Storia Romana all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Un biblista e un archeologo si confronteranno al Meeting sul tema della consapevolezza che i popoli antichi avevano della realtà: Ignacio Carbajosa Pérez, Docente di Antico Testamento presso la Facoltà di Teologia San Dámaso di Madrid, Giorgio Buccellati, fra i più noti Studiosi al mondo di civiltà antiche.

A tema il rock nella presentazione della mostra a cura John Waters, Editorialista dell’Irish Times. Saranno, invece, Massimo Pulini, Assessore alla cultura di Rimini e Marco Bona Castellotti, Docente di storia dell’arte, a presentare la mostra su Giovanni Bellini. La grande esperta russa di Dostoevskij Tat’jana Kasatkina parlerà dello scrittore russo, a partire dalla mostra a lui dedicata.

In occasione della presentazione della mostra sul Bicentenario dell’America Latina interverranno Anibal Fornari, Docente di Antropologia Filosofica e Direttore del dottorato in filosofia all’Università di Santa Fe e Curatore della mostra, Carlos Freile, Docente di Storia alla Universidad San Francisco di Quito e Rodrigo Gutiérrez Viñuales, Docente di Storia dell’Arte all’Università di Granada.

A presentare invece la mostra sulla Fabbrica del Duomo di Milano saranno presenti: Mariella Carlotti, Insegnante e Curatrice della Mostra, Roberto Cresta, Titolare dell’Azienda Bordline Srl, Erasmo Figini, Presidente dell’Associazione Cometa e Martina Saltamacchia, Assistant Professor of Medieval History at University of Nebraska (Omaha) e Curatrice della mostra.

Un reading di poesia sarà quello con i poeti Davide Rondoni, Ángel Guinda, Gianfranco Lauretano e Jean-Pierre Lemaire. Nell’anno del centenario dalla morte, si celebrerà poi Giovani Pascoli e la sua poesia. Un altro grande scrittore di cui si parlerà al Meeting sarà Shakespeare con Alison Milbank, Professore di Letteratura e Teologia all’Università di Nottingham e Edoardo Rialti, Studioso e Traduttore di letteratura inglese.

Educazione, identità e dialogo saranno i temi del confronto tra Ignacio Carbajosa Pérez, Biblista di Madrid, Alon Goshen-Gottstein, Direttore dell’”Elijah Interfaith Institute” e Abdel-Fattah Hassan, Docente di Letteratura Italiana alla Ain Shams University del Cairo.

A tema la natura dell’uomo nel seminario di filosofia con Costantino Esposito, Docente di Storia della Filosofia all’Università degli Studi di Bari e Eugenio Mazzarella, Docente di Filosofia Teoretica all’Università degli Studi Federico II di Napoli, ma anche in quello con Andrew Davison, Tutor in Doctrine at the Westcott House in Cambridge, John Milbank, Professore di Religione, Politica e Etica all’Università di Nottingham e Aaron Riches, Ricercatore alla University of Nottingham e alla Edith Stein University di Granada.

Uno dei temi principali del Meeting sarà quello della crescita e delle condizioni per attuarla, a partire prima di tutto dall’investimento sulla persona, sull’io, una scommessa sull’uomo, capace di generare novità, cambiamenti positivi nell’economia e nel sociale. A discutere del tema della crescita e dei giovani, di come uscire dalla crisi senza sacrificare nessuno, ci saranno Mauro Moretti, Amministratore Delegato Ferrovie dello Stato, Corrado Passera, Ministro dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti e Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà.

Di giovani e crisi si parlerà anche con il Presidente di Benetton Group Alessandro Benetton, introdotto dal Presidente della Compagnia delle Opere Bernhard Scholz.

Un altro incontro per fare il punto sulla riforma del lavoro sarà quello a cui parteciperanno il Ministro del Lavoro Elsa Maria Fornero, il Segretario della CISL Raffaele Bonanni e il Vicepresidente di Confindustria per l’Ufficio Studi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di ENEL Fulvio Conti.

Il tema delle carceri e della giustizia sarà al centro della conferenza introdotta dal Presidente della Libera Associazione Forense Paolo Tosoni e a cui parteciperanno il Presidente del Consorzio Rebus Nicola Boscoletto e il Presidente del Forum Riforma dello Stato del Partito Democratico Luciano Violante. Del presente e futuro della Lombardia ne parleranno il giornalista Lodovico Festa, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, il giornalista Oscar Giannino e il Direttore di ItaliaOggi Pierluigi Magnaschi.

A discutere se siano ancora possibili riforme condivise saranno i parlamentari dell’intergruppo per la Sussidiarietà, in particolare il Vice Presidente del Senato della Repubblica italiana Vannino Chiti, il Deputato del PD Enrico Letta, il Vice Presidente della Camera Maurizio Lupi, il Deputato dell’UDCPTP Gian Luca Galletti, il Vicepresidente della Commissione Lavoro del Senato Tiziano Treu e il Vice Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera Raffaello Vignali.

Numerosi anche i temi economici come quello delle infrastrutture con l’Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia e di Atlantia Spa Giovanni Castellucci, l’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Mario Ciaccia e il Vice Presidente dell’Impresa Pizzarotti & C. Spa Michele Pizzarotti.

 

13 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi