Varese

L’Arma lancia l’operazione “Agosto tranquillo”

La stagione estiva è ormai nel vivo, e con l’intensificarsi degli esodi verso la Provincia, soprattutto nella zona dei Laghi, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Varese, nell’ultima settimana, ha attuato mirati servizi straordinari di controllo del territorio, mettendo in campo – come peraltro già avviene da alcune settimane – una specifica task force composta da oltre 200 militari e 100 autoveicoli, in aggiunta ai quotidiani servizi di controllo del territorio.

Il massiccio dispiegamento di forze è stato orientato all’intensificazione dei controlli sulle principali vie e snodi di comunicazione della provincia con l’effettuazione di posti di controllo e di blocco in particolare in prossimità dei caselli autostradali dell’A8, delle Stazioni Ferroviarie e di Autolinee, delle zone di confine con la Confederazione Elvetica e delle limitrofe Province di Milano, Novara e Como. Particolare attenzione è stata altresì dedicata all’area dell’Aeroporto di Malpensa, con controlli serrati sulle vie di accesso allo scalo.

I Nuclei Radiomobili delle 5 Compagnie Carabinieri del territorio sono stati massicciamente impiegati nei controlli alla circolazione stradale e nei pressi dei locali ove si concentra la “movida”, mentre, specie negli orari notturni, sono state monitorate le aree residenziali lasciate dagli abitanti allontanatisi per le vacanze, per scoraggiare i furti negli appartamenti, al cui contrasto viene dedicata una specifica task-force, costituita dai Pattuglioni Mobili, unità integrate dalla presenza di militari in Uniforme ed in abiti Civili anche dal Reparto Operativo, con l’incarico di predisporre una specifica attività di vigilanza anche a tutela delle persone sole, in particolare degli anziani, e intensificheranno i controlli alle persone sospette.

Il dispositivo prevede inoltre l’attuazione di una serie mirata di attività di controllo del territorio orientate a contrastare la diffusione di sostanze stupefacenti, l’abuso di alcool, la prostituzione di strada, il disturbo alla quiete pubblica.

Nel corso dei servizi, che dureranno per l’intero mese di agosto, fino al termine della stagione estiva, saranno altresì previsti controlli insieme ai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità, del Nucleo Tutela Ambiente e del Nucleo Ispettorato del Lavoro che, in ogni caso, predisporranno attività ispettive agli esercizi pubblici, nelle strutture alberghiere, di ristorazione, verificando in particolare le condizioni igienico-sanitarie e il rispetto della normativa ambientale e a tutela dei lavoratori e dei consumatori.

Particolare attenzione sarà dedicata all’impiego delle Stazioni Mobili, che saranno i terminali del dispositivo di sicurezza approntato dall’Arma nell’estate 2012 per fornire la pronta disponibilità alle richieste dei cittadini : grazie a questi mezzi attrezzati per svolgere funzioni di centrali operative mobili, per ricevere denunce, consultare banche dati e fornire utili informazioni, la presenza dell’Arma sarà più estesa e visibile soprattutto nei centri delle località turistiche dove il cittadino avrà a portata di mano il presidio dei Carabinieri prontamente operativo sul territorio e potrà consultare direttamente i Comandanti di Stazione e i Carabiniere di Quartiere.

Nel corso della settimana appena trascorsa, i mirati servizi messi in campo dal Comando Provinciale di Varese – oltre ai quotidiani servizi di controllo del territorio che verranno peraltro ulteriormente incrementati – svolti in prevalenza nell’arco notturno, hanno consentito l’ottenimento di risultati lusinghieri: ben 11 sono stati infatti gli arresti effettuati, di cui 8 in flagranza di reato per furto in abitazione (2), rapina (3), maltrattamenti in famiglia (1), evasione dagli arresti domiciliari (1), violenza privata e danneggiamento (1), mentre 3 sono stati gli arresti in esecuzione di provvedimenti dell’Autorità giudiziaria per i reati di rapina, estorsione, violenza privata e furto continuato; 34 sono state le persone denunciate invece in stato di libertà, di cui 6 per furto aggravato, 2 per possesso di chiavi e arnesi atti allo scasso, 6 per detenzione di stupefacenti, 3 per truffa, 2 per minaccia, 1 per evasione, 2 per inottemperanza agli obblighi della sorveglianza speciale, e 12 per guida in stato di ebbrezza alcoolica.

21 sono risultate le persone segnalate alla competente Prefettura quali assuntori di stupefacenti, con il sequestro di circa 50 gr. di sostanze varie, mentre i controlli alla circolazione stradale hanno portato alla elevazione di 74 contravvenzioni con il ritiro di 16 patenti di guida. Nel complesso sono state oltre 1500 le persone controllate e circa 800 i veicoli.

 

6 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi