Varese

Lago di Varese, partono le crociere con il Cicerone

Il battello elettrico sul Lago di Varese

Il lago non avrà più segreti, grazie alla guida che accompagnerà i turisti in crociera sul lago di Varese. Dal 4 agosto fino all’ultimo week end di settembre, sulla corsa delle 15 di sabato e domenica, il battello elettrico, che sta riscuotendo un ottimo successo per numero di naviganti, avrà a bordo una guida. Si tratta anche questo di un servizio sperimentale, inizialmente non previsto, ma subito richiesto dai turisti per rendere ancor più affascinante e interessante la navigazione.

La guida è stata selezionata tra quelle del territorio in possesso del tesserino e avrà il compito di accompagnare la crociera, illustrando il paesaggio, ma anche i punti di interesse artistico, storico, architettonico, ambientale, florofaunistico e su richiesta darà anche informazioni su agriturismo, ristoranti e strutture ricettive della zona.

Una narrazione del territorio che contribuirà a far apprezzare i luoghi visitati e il tempo trascorso a bordo, ma anche a far emergere la peculiarità del turismo green nel nostro territorio, strategia adottata, sviluppata e promossa dall’Agenzia per il Turismo della Provincia di Varese. Come del resto conferma anche la presenza del battello alimentato elettricamente.

La guida darà così voce al sistema di rete che si sta sviluppando sul Lago di Varese, dove tutte le iniziative nate singolarmente stanno sempre più “dialogando” con l’obiettivo condiviso di consolidare un’offerta turistica integrata che possa conquistare chi ama lo sport, il relax, le visite culturali, il contatto con la natura, l’enogastronomia.

“Quello delle crociere sul lago di Varese resta un servizio sperimentale e tutt’ora allo studio – ha dichiarato il Presidente della Provincia Dario Galli –. Abbiamo registrato in queste prime settimane sia il successo in termini di naviganti, che i suggerimenti evidenziati da chi ha colto quest’opportunità, che mancava sulle nostre acque da oltre un secolo. Siamo molti soddisfatti di come sta andando, ma anche molto attenti a intervenire qualora vi sia una necessità. E il prevedere una guida sul battello dimostra la nostra volontà nel voler rendere ancor più affascinante la navigazione e completo il servizio offerto. Sappiamo che sulle corse dove è prevista la presenza della guida dovremo sacrificare un posto, visto che il battello può accogliere solo 24 persone, ma siamo convinti che a fronte di un servizio d’eccellenza questa piccola limitazione non peserà”.

A effettuare le selezioni tra le guide è stata l’Agenzia per il turismo: “Si tratta di una persona del territorio e che conosce molto bene tutto l’ambiente attorno al lago – ha dichiarato il Direttore Paola Della Chiesa –. La guida sul battello non è un vezzo, ma il gesto concreto che va a soddisfare le richieste dei passeggeri, ma anche a dare forza all’economia legata al turismo. Sull’attivazione di questo servizio esistevano una serie di ipotesi altrettanto valide e per questo abbiamo voluto fare una valutazione più approfondita. Alla fine abbiamo deciso di accelerare e di optare per la presenza di una guida, così da creare un vera interazione tra chi racconta e promuove il territorio e chi lo vive da turista. Siamo infatti convinti in questo modo di rispondere a un’esigenza degli utenti, ma anche a una necessità di maggior promozione delle strutture ricettive, di ristorazione vicine al lago”.

 

2 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Lago di Varese, partono le crociere con il Cicerone

  1. andrea il 2 agosto 2012, ore 17:26

    Apprezzabile l’iniziativa se non fosse per il costo fuori portata (12 euro a persona è uno sproposito). Ma perchè invece di fare crociere da 2 ore e mezza non si è ipotizzato di farne di più breve durata e più frequenti, in modo da ridurre il costo? In questo modo le persone sarebbero libere di scendere presso i diversi porticcioli per poi poter riprendere il battello e tornare al punto di partenza. Io amo il lago di Varese, ma non c’è molto da vedere sulle rive…

Rispondi