Varese

La Videoteca Giaccari protagonista a Palazzo Reale

Uno dei video della collezione Giaccari

La Videoteca Giaccari, di Varese è presente con un’intera sala alla mostra “Addio anni 70”, in corso fino al 2 settembre a Palazzo Reale a Milano, a testimoniare dell’intensa attività svolta nella capitale lombarda in quegli anni cruciali da Luciano Giaccari e G.C. Maud con lo Studio 970 2, evolutosi poi in Videoteca Giaccari con il progetto MUel (Museo Elettronico).

Nella mostra è presentata nello spazio della Videoteca la video-rassegna curata da Luciano Giaccari sul video degli anni ’70 a Milano con un ampio e complesso panorama di video-opere (di R. Serra, H. Schober, A. Dias, G. Chiari, M. Merz, L. Fabro, G.C. Maud, H. Nagasawa, A. Trotta, A. Dias, F. Vaccari, etc.) e di video-documentazioni in tempo reale di performance, musica, danza e teatro (di lavori di A. Kaprow, Gina Pane, M. Germanà, W. Vostell, Y. Le Breton, Odin Teatret, Divadlo Na Provazku, Bread and Puppets, M. Jancso, Gran Magic Circus, T. Kantor, J. Grotowsky, Trisha Brown, Carolyn Carlson, etc).

I video, tutti della Videoteca Giaccari, sono programmati contemporaneamente in un’unica grande sala per le sezioni di teatro, musica e danza su due impianti di video-proiezione e per le sezioni videotape e performance su quattro postazioni di monitor.

Quella della Videoteca Giaccari, in quanto dedicata anche a musica, danza e teatro, è la sezione della mostra che meglio ricostruisce il clima degli anni 70 di incroci e interferenze tra le varie forme di espressione artistica che caratterizzarono quel decisivo periodo storico.

Nel catalogo della mostra è presentata la “Classificazione dei modi d’uso del Video in Arte” elaborata nel 1972/73 da Luciano Giaccari e risultata poi la prima ricerca tassonomica sulla Video-Arte, adottata anche negli Usa dove fu pubblicata nel 1975.

La partecipazione alla mostra di Palazzo Reale conclude un biennio di intense attività della Videoteca Giaccari: dapprima, in campo espositivo, con una sala nella grande mostra storica sull’arte italiana “Il Grande Gioco” alla Rotonda della Besana di Milano. Quindi, in campo universitario, con una tesi di tre allieve del Politecnico di Milano sull’allocazione del MUel (progetto Giaccari di museo elettronico) in una villa storica di Varese, a completare il quadro di una quindicina di tesi sulla Videoteca. In ambito didattico con gli interventi presso il Liceo Artistico di Varese e l’Isis di Gazzada, finalizzati alla realizzazione di video-documentazioni di eventi artistici e museali e alla realizzazione di trasmissioni televisive d’istituto. Infine è seguita, in campo congressuale la relazione d’apertura di Giaccari al convegno “Rewind Italia” sulla storia del Video italiano, tenutasi a maggio al Macro di Roma, in collaborazione con l’Università inglese di Dundee.

La partecipazione alla mostra milanese a Palazzo Reale costituisce anche una sorta di “anteprima” delle celebrazioni biennali (2012/2013) del 40ennale della Videoteca Giaccari che si svolgeranno in varie città italiane e che sono state presentate nell’ultima edizione della rassegna internazionale annuale “InVideo” a Milano.

 

1 agosto 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi