Busto Arsizio

Torna Forte, dai governi Craxi alla giunta Farioli

il professor Francesco Forte

Il sindaco di Busto Arsizio, Gianluigi Farioli, ha parlato di “soddisfazione personale enorme”, facendo subito capire che il suo nuovo consulente in tema di spending review è una persona di cui ha particolare stima.

Si è presentato ieri alla stampa, il professor Francesco Forte, nato a Busto Arsizio, noto economista ed ex ministro ed ex sottosegretario nei governi guidati da Bettino Craxi, che da oggi ricoprirà l’incarico di consulente nello staff del primo cittadino bustocco. Il professor Forte, suggerito al sindaco Farioli da Unione Italiana, si è detto “felice di tornare nella città in cui forse ho vissuto per meno tempo, ma di cui serbo sempre un caro ricordo per avermi dato i natali”.

Da domani, quindi, Forte comincerà a lavorare per il Comune di Busto, mettendo mano a conti e registri per suggerire nuove linee di risparmio e sistemi di gestione più efficienti, a titolo completamente gratuito. “Il nostro superconsulente non costerà un euro ai cittadini bustocchi già vessati in tempi di crisi economica – dice il segretario nazionale di Unione Italiana, Gianfranco Librandi -. Busto è la prima, importante città dove applicheremo il nostro metodo, quello del buonsenso e del risparmio ragionato a vantaggio della comunità: un modello che porteremo in tutta Italia”.

“Con il professor Forte, con il quale ho già avuto modo di collaborare in occasione dell’anniversario di Enrico dell’Acqua, e con Franco Librandi, al quale mi lega da sempre un rapporto di stima reciproca, condivido l’assoluta necessità di passare dalle parole ai fatti, perché da qui a fine mandato si attui la riorganizzazione dei centri di spesa – spiega il sindaco di Busto Gigi Farioli –. Forte non sarà né un assessore aggiunto né un consigliere delegato, ma un collaboratore del sindaco che lavorerà per far sì che il nostro Comune ottenga il meglio dalle proprie risorse, specie in un simile momento di crisi e con i tagli lineari del Governo Monti”.

“Come diceva Enrico dell’Acqua, bisogna mettere insieme tutte le piccole energie per creare grandi iniziative – dice il professor Forte –. Sono molto contento di essere qui a Busto e non vedo l’ora di iniziare a lavorare: il mio è un compito molto minuzioso, perché non guardo mai in alto, ma in basso, ai numeretti. La mia sarà un’analisi metodologica, che spero divenga poi un modello che servirà alla città anche in futuro”.

27 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi