Regione

Formigoni: vincerò 12 a zero. Cattaneo: vada avanti

Il presidente Roberto Formigoni

In un’affollata conferenza stampa al Pirellone, il presidente Roberto Formigoni ha risposto alle domande dei giornalisti circa l’avviso di garanzia ricevuto dai pm milanesi. “In diciassette anni mi hanno mandato a processo undici volte e undici volte mi hanno assolto, se mi rinvieranno a giudizio segnerò il dodicesimo gol”. Così il presidente della Lombardia spiega perchè non si dimetterà, neppure nel caso in cui dovesse andare a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sulla sanità.

Il presidente della Regione Lombardia ha poi dichiarato: “Ho letto le carte, ma sapevo già tutto perché i giornali sono stati buoni gazzettieri della Procura di Milano”, dice Formigoni. E prosegue: “Mi sono consultato con dei giovani giuristi alle prime armi, persino loro hanno capito che l’atto corrutttivo non c’è”.

A difesa del presidente della Regione Lombardia, si alza la voce dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo. “Ricordo che il presidente Formigoni ha ricevuto più volte avvisi di garanzia dalla magistratura inquirente che poi, in sede giudicante, si sono rivelati privi di alcun fondamento in quanto è sempre stato assolto con formula piena. Sarà così anche questa volta”.

Sull’avviso di garanzia è intervenuto anche l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo: “Chi ha a cuore la giustizia e il futuro della Lombardia dovrebbe auspicare che si pronunci rapidamente un tribunale, non invocare elezioni sulla base di una ipotesi inquisitoria”. Conclude Cattaneo: “Formigoni dunque non si dimetta, ma prosegua il suo lavoro fino alla fine naturale della legislatura”.

25 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Formigoni: vincerò 12 a zero. Cattaneo: vada avanti

  1. Gigi Bernasconi via Facebook il 25 luglio 2012, ore 22:12

    se è profetico come Salvini alle elezioni glie lo auguro.

  2. ombretta diaferia il 26 luglio 2012, ore 10:15

    ed io che pensavo che i politici fossero esempio per noi popolo!
    ecco perché viviamo in una società di cialtroni che pensano solo a guadagnare sulle spalle altrui in spregio totale alle regole comuni (pensavo anche che la legge fosse da rispettare perché regola comune…!)

  3. cittadinosuperpartes il 26 luglio 2012, ore 13:44

    Eccola l’eccellenza Lombarda, la consorteria politica di C.L fa quadrato nel difendere il potere a costo di qualsiasi menzogna. Una presidenza decimata da avvisi di garanzia, ora l’autorita’ Ecclesiastica lesta nel dare l’appoggio a questi figuri, almeno di fronte a questi fatti condanni moralmente e inviti a farsi da parte sino a giudizio concluso

Rispondi