Varese

Viale Milano, il sottopasso dove il degrado è di casa

La scala d'ingresso del sottopassaggio da via Morosini

Più volte la denuncia del degrado, della sporcizia, del cattivo odore nel sottopassaggio di viale Milano a Varese, era partita dal consigliere comunale di Movimento Libero, Alessio Nicoletti, che aveva denunciato la situazione di forte degrado e l’inerzia dell’amministrazione comunale. Trattandosi di un politico, non ci siamo fidati e siamo andati a vedere di persona, facendo un breve sopralluogo questa mattina.

Un sottopassaggio molto utilizzato, come abbiamo verificato, soprattutto da coloro che si recano verso le Nord o dalle Nord si dirigono verso viale Milano o via Morosini. Viaggiatori, ragazzi con gli zaini, anziani signori con i sacchetti della spesa. Tutti coloro che passano si trovano di fronte uno spazio abbandonato a se stesso. Le lampade, se sono accese, sono circondate da una maglia di ragnatele, mentre se sono spente, lo sono perchè rotte e non sostituite da molto tempo.  Ma ciò che più sconcerta sono i muri completamente coperti da frasi, graffiti, disegni, dediche personali.

I graffiti si trovano ovunque, anche sui cartelli con le indicazioni stradali, viale Milano e via Morosini. Per non  parlare di un cartello che addirittura risale ai Campionati del Mondo del 2008: è ancora appeso, nessuno lo ha mai staccato. Se guardiamo alle scale che portano fuori dal sottopassaggio, le mura sono sbrecciate, evidenti le tracce di umidità, le piastrelle delle scale sono malmesse. C’è anche un cartello, collocato in uno spazio intermedio dallo stesso Comune di Varese, che avvisa i passanti: “Attenzione pavimentazione pericolosa”. Il passaggio da questa scala era stato vietato, questa mattina, da alcuni nastri di plastica da una parte e da alcuni coni stradali dall’altra, ma all’ora di pranzo nastri e coni erano già stati spostati e i passanti sulla scala numerosi.

Sporco, degrado, graffiti, cattivo odore dominano il sottopassaggio e dunque il Comune intervenga al più presto per garantire almeno una manutenzione ordinaria che, da queste parti, è quanto mai necessaria.

- FOTOGALLERY

24 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Viale Milano, il sottopasso dove il degrado è di casa

  1. gimocchiverdi il 24 luglio 2012, ore 18:05

    Questo problema e’ stato piu’ volte posto e dibattuto, la soluzione e’ una sola e sono convinto che si risolvera’ Basta dare la delega alle GEV trattandosi di graffiti rifiuti e arredo urbano, perche’ se vi aspettate che facciano quialcosa i vigili aspetterete in eterno.

Rispondi