Saronno

Scompare Lazzaroni, capitano d’industria a Saronno

Prestigioso marchio saronnese

Un lutto che ha colpito il mondo economico provinciale e che ha suscitato subito reazioni di cordoglio. E’ scomparso domenica notte il noto imprenditore Luigi Lazzaroni, uno dei nomi più prestigiosi dell’industria a Saronno. Era ammalato da tempo e si è spento all’età di 82 anni nella sua casa di Saronno.

Nella sua vita, oltre all’impresa, Lazzaroni si è dedicato alla cultura e all’arte, come dimostra  ha arricchito Saronno con le tante preziose donazioni e con il Mils, il museo dell’industria e del lavoro saronnese, una struttura che ha saputo valorizzare il tessuto delle imprese locali. Un’altra iniziativa che merita di essere ricordata è il dono, da parte di Lazzaroni, alla Società Storica Saronnese, del fondo bibliografico di documenti e volumi di storia locale, patrimonio della sua famiglia.

Tra le prime reazioni, quella di Lara Comi, eurodeputata Pdl di origini saronnesi. “Con la scomparsa di Luigi Lazzaroni viene a mancare una figura che ha difeso un marchio simbolo secolare per Saronno, grazie al quale la città è stata conosciuta in tutto il  mondo. E che è stato uno dei modelli di quel made in Italy che hanno segnato la storia imprenditoriale del nostro Paese”.

“Esprimo il mio cordoglio per la scomparsa di Luigi Lazzaroni – è il commento dell’assessore regionale Raffaele Cattaneo, saronnese di nascita -. A perdere una delle figure di riferimento dell’industria lombarda non è solo Saronno e la provincia di Varese, ma l’intero Paese. I suoi prodotti erano infatti simbolo di qualità in Italia e soprattutto all’estero. Le mie più sentite condoglianze vanno perciò ai familiari di Lazzaroni: un grande maestro imprenditore”.

I funerali del noto capitano d’industria saronnese saranno celebrati giovedì 26 luglio, alle 11, presso la chiesa di San Francesco.

23 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi