Varese

Concerti ai Giardini, bene le note, male uscite e bagni

I Giardini Estensi

Continua la programmazione estiva del Comune che spesso trova nel tendone dei Giardini Estensi il suo cuore pulsante. Ieri sera strepitoso concerto del cartellone Black & Blue Festival di Varese, che ha visto sul palco prima il bravissimo Paolo Bonfanti e poi la stupefacente band Veronica Sbergia & Red Wine Serenaders. Nonostante il forte temporale che si è scatenato all’inizio del concerto del gruppo, l’esibizione ha visto un folto pubblico che ha applaudito e che è rimasto al concerto nonostante tuoni e fulmini.

Se la musica scelta, come ogni anno, da Alessandro Zoccarato, è gradevole e molto apprezzata, l’organizzazione degli eventi lascia parecchio a desiderare. A partire dalle uscite. Ad una certa ora, ben prima dalla fine dei concerti, alle ore 23, l’unica uscita dai Giardini è quella del parcheggio di via Verdi. A questo proposito non sono mancate le lamentele e le critiche anche ieri sera: sia perchè non ci sono segnalazioni, sia perchè tutti coloro che devono dirigersi verso piazza Monte Grappa devono fare un giro lunghissimo, costeggiando tutto Palazzo Estense. Chiuso il portone centrale del Comune, chiuso il cancello della Biblioteca civica (che sarebbe esattamente all’altezza del tendone), chiuso il cancello dell’ex Palazzina della Cultura.

Ma non è finita qui: non mancano i disagi per coloro che debbano utilizare i servizi igienici. Anche ieri sera erano costretti ad uscire dai Giardini, attraversare via Sacco e servirsi dei bagni del Teatro Santuccio. Chiusi infatti i servizi igienici sia del Salone Estense che dell’Ufficio Anagrafe.

21 luglio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi